comunicato stampa

Politica, Aci Castello (Ct): il consigliere comunale Santo Grasso aderisce alla Lega-Salvini Premier

Politica   Martedi, 12 novembre 2019

ACI CASTELLO - Alla presenza del Commissario Provinciale della Lega, Dott. Anastasio Carrà, ed Responsabile Enti Locali Sicilia Orientale, avv. Fabio Cantarella, il consigliere comunale Santo Grasso ha ufficializzato pubblicamente, durante la fase delle comunicazioni, la sua adesione alla Lega - Salvini Premier.
"Dal 1984 rappresento la mia comunità castellese ed ho sempre declinato il mio impegno politico come un atto di servizio per il mio paese, luogo dove sono nato, cresciuto e dove ancora continuano a vivere i miei quattro figli ed i miei nipotini. Da circa un ventennio, siamo impotenti dinnanzi la drastica riduzione dei trasferimenti nazionali e regionali in favore dei comuni.

Adesso però deve invertirsi la rotta e l'unica forza popolare, scevra da pregiudizi ideologici, è La Lega di Salvini, unico partito politico in Italia che sembra aver a cuore le sorti dei territori e dei comuni, sempre più falcidiati da incomprensibili tagli. Ad Acicastello, accompagnati dalla mia umile esperienza, ultra trentennale nelle istituzioni, avvieremo quindi un nuovo corso politico, puntando sui giovani e coinvolgendo chiunque voglia dare un contributo.
"I bravi amministratori locali - afferma Anastasio Carrà - sono una preziosa risorsa per ogni comunità, ad Acicastello continua a consolidarsi un meticoloso radicamento della Lega in provincia di Catania. Andiamo quindi avanti e con tanta fiducia. Matteo Salvini e Stefano Candiani, nostro Commissario Regionale, sapranno al meglio rappresentare le vere esigenze e i progetti da realizzare in Sicilia".

di ienesicule Data: Martedi, 12 novembre 2019

Articoli correlati

Care sardine, attente agli squali!

Iena canna da pesca E’ curioso vedere noti personaggi catanesi che su FB si “sbracciano” per le sardine. Ma che c’azzeccano, direbbe Antonio Di Pietro. Per...

Per fortuna ci sono i Radicali: contro il demagogico "taglio dei parla...

Non si possono ridurre arbitrariamente i diritti dei cittadini e la loro rappresentanza democratica senza sentire la loro voce. Non si può stravolgere alla Costituzion...