comunicato stampa

Cronache del Palazzo, Catania 2.0: "il Cda dell'Asec Trade si dimetta"

Comunicati Stampa   Venerdi, 15 novembre 2019

Comunicato stampa catania 2.0
"A seguito del consiglio comunale di mercoledi 13 novembre, il consigliere comunale Giuseppe Gelsomino (nella foto), capogruppo di catania 2.0, chiede se sia  vero che all'interno della società partecipata del comune di Catania Asec trade Srl sia stata assunta una figura a tempo determinato senza passare dal controllo analogo e senza  nessuna  evidenza pubblica. A tale domanda, con imbarazzo e minimizzando la questione, è stata data una risposta positiva da parte del vicesindaco. Pertanto, chiediamo le immediate dimissioni di tutto il cda della suddetta azienda.
Tale leggerenza, oltre che essere dannosa per l'ente stesso, si configura come una mancanza di rispetto per tutti i giovani catanesi che oggi non riescono a trovare lavoro e che si vedono scavalcati in maniera ingiusta.
Chiediamo pertanto all'Assessore Bonaccorsi con delega alle partecipate di essere più attento e soprattutto di vigilare sempre affinché vengano rispettatte sempre le regole. A proposito di regole, insiste il capogruppo di catania 2.0:" dal momento che  Asec Trade srl ha già in vigore lo statuto dal 2017  ove si evidenziano i requisiti dei membri del cda, siamo sicuri che questo cda ha i requisiti per ricoprire tale ruolo?"
Invitiamo il Sindaco Pogliese ad intervenire tempestivamente.
Lui e il Vice Sindaco non possono ora dire di non sapere, Corrano ai ripari e come fatto del resto per sidra azzerino il cda."

di ienesicule Data: Venerdi, 15 novembre 2019

Articoli correlati

Cronaca, Mascalucia(Ct): fermato uomo per tentata violenza sessuale co...

I Carabinieri della Tenenza di Mascalucia hanno eseguito il fermo di polizia giudiziaria di un 33enne, resosi responsabile del reato di tentata violenza sessuale. Una 32enne in co...

La magia di Raptus per diversamente abili e detenuti

Prosegue l’impegno sociale di Salvo Testa, in arte Raptus, che anche quest’anno si esibirà per i detenuti del carcere minorile di Acireale e per i dive...