reazioni al presidio-fiaccolata contro l'assessore cantarella

"Catania senza dimora", Pietro Ivan Maravigna (portavoce comitato "La vergogna di corso Sicilia"): "facile fare i buonisti con le chiappe degli altri"

Cronaca   Sabato, 18 gennaio 2020
"Facile fare i buonisti con le chiappe degli altri. Evidentemente per l’associazione Catania bene comune la dignità della vita dei residenti del quartiere di corso Sicilia non vale nulla. Chi lavora e paga le tasse ha diritto di abitare in un quartiere civile. Rispetto alla passata amministrazione abbiamo finalmente visto qualche iniziativa, ancora a nostro avviso insufficiente rispetto al degrado del quartiere, dovuta alla buona volontà di persone serie come l’assessore Cantarella. Il disagio sociale non lo possiamo pagare noi residenti.
Catania Bene Comune si autotassi e finanzi IN UN’ALTRA ZONA DELLA CITTÀ un tendone gonfiabile dove prestare volontariato ai bisognosi. Per quanto riguarda l’amministrazione speriamo si passi dalla iniziativa apprezzabile ma episodica ad una strategia complessiva. Questa amministrazione, a differenza di quella precedente, ha le risorse morali per poterlo fare.”

Pietro Ivan Maravigna, portavoce comitato "La vergogna di corso Sicilia".

 

 
 
 
 
 
 
di ienesicule Data: Sabato, 18 gennaio 2020

Articoli correlati

Quella di Laura Boldrini sull’autocertificazione “inclusiva” non è una...

di iena marco pitrella L’ha detto o non l’ha detto? La domanda che va domandata. Laura Boldrini, infatti, in un post pubblicato su facebook, ha sostenuto essere &ldquo...

Coronavirus: sindaci siciliani a Conte, servono provvedimenti straordi...

“Situazioni drammatiche come quella che stiamo vivendo richiedono risposte straordinarie” è l’appello lanciato da oltre settanta sindaci siciliani al ...