dal 6 aprile attivo il servizio di radioterapia

Humanitas Centro Catanese di oncologia: via al trasferimento nel nuovo ospedale

Cronaca   Venerdi, 3 aprile 2020

Dal 6 aprile attivo il Servizio di Radioterapia nel polo sanitario di Contrada Cubba, a Misterbianco (Tangenziale di Ct, uscita San Giorgio)

Task force in campo per effettuare le operazioni in totale sicurezza: trasloco graduale per garantire piena continuità e accessibilità dei servizi

CATANIA – Ultimati i percorsi autorizzativi, i collaudi tecnici, l’allestimento degli spazi, la sistemazione delle apparecchiature: Humanitas Centro Catanese di Oncologia inizia il trasferimento nel nuovo ospedale.

Il cambio sede avverrà a step, con l’attivazione graduale e modulare delle differenti specialità mediche, con l’obiettivo di effettuare le operazioni in totale sicurezza e per garantire la piena continuità e accessibilità dei servizi.

Si parte con la Radioterapia: i soli pazienti del Servizio, dal prossimo lunedì 6 aprile, dovranno recarsi presso la struttura di Contrada Cubba, a Misterbianco (Tangenziale di Catania, uscita San Giorgio, a pochi metri dall’ingresso dell’area commerciale Centro Sicilia). Ad accoglierli e guidarli ci sarà il personale del servizio clienti, che gestirà i flussi, fornirà le indicazioni logistiche e faciliterà l'orientamento del pubblico.

Le operazioni di trasloco – che vedranno in campo il massimo sforzo organizzativo - sono state accelerate proprio nelle ultime settimane a causa dell’emergenza epidemiologica in atto. Tra gli obiettivi della direzione aziendale, anche quello di mettere a disposizione della Regione Siciliana, del territorio e della comunità, gli spazi della struttura di via Vittorio Emanuele Da Bormida a Catania, qualora risultasse necessario ai fini dell’assistenza e del ricovero dei malati Covid.

Tutto il trasferimento sarà documentato attraverso la sezione news del sito internet www.humanitascatania.it. Per qualsiasi ulteriore informazione chiamare il numero 095 7339000.

 

di ienesicule Data: Venerdi, 3 aprile 2020

Articoli correlati

Coronavirus: una "pacchia" per gli impiegati pubblici

  Iena rompiballe Centinaia di migliaia di persone, in seguito all'emergenza, oggi sono a rischio povertà. Ma c'è chi dall'emergenza ne ha tratto grandi benefi...

Beni culturali: recuperata a San Vito Lo Capo un'ancora ellenistico-ro...

Un’antica ancora di piombo di epoca ellenistico-romana del IV-III secolo avanti Cristo è stata recuperata, nei giorni scorsi, nei fondali di San Vito Lo Capo, nel Trap...