comunicato stampa

Politica Catania, sesta Municipalità senza servizi: dopo la denuncia del M5s, l'amministrazione corre ai ripari. Cambierà qualcosa?

Comunicati Stampa   Mercoledi, 8 luglio 2020

Catania, 8 luglio 2020 - Oggi si è tenuta la seduta straordinaria e urgente del Consiglio comunale chiesta dal gruppo consiliare del M5s (primo firmatario Graziano Bonaccorsi) e sottoscritta anche da alcuni consiglieri di maggioranza e opposizione, per affrontare i gravi problemi della carenza di servizi nella sesta municipalità.

"Il dibattito ha fatto emergere l’incapacità dell’amministrazione nel gestire le criticità che, per mesi, abbiamo riscontrato e discusso in tutte le opportune sedi. Forse qualcosa cambierà, si spera" dice Bonaccorsi.

"Una piccola vittoria - precisa - sapere che ventiquattro ore prima del Consiglio viene emanato un ordine di servizio per mandare quattro dipendenti: un numero esiguo, data la grandezza della circoscrizione, che conta quasi 90mila abitanti. Per adesso dobbiamo soltanto aspettare e capire se questi dipendenti vivono condizioni di salute e lavorative ottimali, mi auguro di si, altrimenti il mese prossimo si correrà il rischio di una nuova paralisi della municipalità."

“Il consiglio di oggi - aggiunge il consigliere di municipalità Francesco Valenti - rappresenta l’ultima speranza. Con rammarico constato che abbiamo dovuto convocare una seduta urgente, ma l’unione tra maggioranza e opposizione è certamente un dato positivo.”

“C’è un nuovo regolamento sul decentramento, che appare mutilato: le municipalità non hanno ancora servizi, personale e fondi. L’amministrazione ha descritto una situazione della sesta municipalità lontana dalla realtà. Tra l’altro ha detto che è stata dotata di plexigas e che il teatro è stato sgomberato. Falso: c'è solo una colonnina (che è stata donata) e il locale è pieno di mobilia. Il trasferimento di quattro dipendenti (sul portale ne risultano solamente due) difficilmente risolverà i problemi, non basteranno per sopperire alla carenza di personale anche perché tra poco alcuni andranno in pensione. E poi, hanno le qualifiche idonee per le esigenze del municipio?” dice Valenti.  

“Dubito che riusciremo ad aprire le Biblioteche di San Giorgio e di Porte di Catania, dove c’era anche un punto anagrafe. Tenere chiuse due biblioteche e non avere adeguati impianti sportivi è una sconfitta: cultura e sport sono vie d’uscita per le realtà disagiate. Mi auguro - conclude - che l’amministrazione si rimbocchi le maniche e riorganizzi il personale, ora dislocato senza criterio logico: ci sono alcune municipalità con esubero di personale di fasce C e altre, enormi, in cui c’è una totale carenza.”

 MoVimento 5 Stelle Catania

 https://www.facebook.com/catania5stelle/.

di ienesicule Data: Mercoledi, 8 luglio 2020

Articoli correlati

"San Berillo West": ennesima rapina. "Biglietti da visita" per il turi...

"SQUADRA MOBILE INDIVIDUATO E POSTO IN STATO DI FERMO UN RAPINATORE GAMBIANO La Polizia di Stato ha eseguito il fermo di iniziativa a carico di BARRY Ibrahim (Gambia classe 1992),...

Catania dal Vivo: tanto per cambiare extracomunitario tenta rapina di ...

"LE VOLANTI INTERVENGONO IMMEDIATAMENTE E ARRESTANO UN RAPINATORE Agenti delle Volanti, istantaneamente intervenuti, hanno immediatamente arrestato l’autore della tentata ra...