resoconto dell'evento

Nastri d'argento 2020: trionfo per "Favolacce" e "Pinocchio"

Spettacoli e Cultura   Mercoledi, 8 luglio 2020

di Gian Maria Tesei

La diretta su Rai Movie , condotta egregiamente da Anna Ferzetti, ottimamente supportata dalla Presidentessa del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani - Premi Nastri d’argento, Laura Delli Colli, ha contraddistinto la cerimonia d’assegnazione dei premi della settantaquattresima edizione dei Nastri D’argento che si è tenuta al MAXXI  di Roma ( abbandonando momentaneamente la consueta sede taorminese) , rispettando i regolamenti sanitari dettati dalla pandemia da Covid 19 e vedendo l’affermazione di due pellicole che hanno dispensato emozioni e regalato momenti d’alta cinematografia e che hanno ottenuto rispettivamente cinque e sei allori andati ossia Favolacce” e ”Pinocchio”.

Uno degli encomi conquistati da quest’ultima pellicola, come migliore attore non protagonista, è andato ad un emozionato Roberto Benigni (che ha interpretato Pinocchio nel suo film del 2002 ed adesso Geppetto bin maniera molto convincente) che ha ringraziato il cast della pellicola di Matteo Garrone in un giorno segnato dalla scomparsa di un artista vero che era, a detta di Benigni, genio e”regolatezza” , quell’Ennio Morricone  capace d’essere talentuoso ed al tempo stesso preciso ed ordinato. L’attore toscano, come poi in varie declinazioni avrebbero fatto anche altri partecipanti alla manifestazione, ha dedicato la sua vittoria a tutte le vittime del Covid 19 ed a tutti i lavoratori, in modo particolare a quelli dell’ambito cinematografico particolarmente funestato dalle conseguenze del doveroso Lockdown. Ovviamente l’artista Premio Oscar ha ringraziato il regista Matteo Garrone che, con un video messaggio da Parigi, avendo perso l’aereo, ha espresso gratitudine per i premi andati alla sua pellicola in modo particolare per quello di miglior regista per un film che ha definito complesso e spericolato, la cui generazione è durata ben tre anni, concludendo il proprio intervento con l’augurio che il cinema riparta dall’atmosfera magica delle arene per ritrovare la sua magnifica capacità di regalare a tutti splendide emozioni. Gli altri  Nastri attribuiti al film sul burattino-bambino più famoso di tutti i tempi sono stati quello per la miglior scenografia a Dimitri Capuani, miglior montaggio a Marco Spoletini (anche per  “Villetta con ospiti”), miglior sonoro in presa diretta a Maricetta Lombardo( anche la menzione speciale a Federico Ielalpi nel contesto del Premio Guglielmo Biraghi), migliori costumi a Massimo Cantini Parrini ,nastro ottenuto anche per l’altra grande pellicola vincitrice ossia Favolacce che si è pregiata dei premi per miglior produttore a Agostino Saccà, Giuseppe Saccà, Maria Grazia Saccà, Rai Cinema e Vision Distribution, migliore sceneggiatura a Damiano e Fabio D'Innocenzo, migliore fotografia a Paolo Carnera ed il suddetto Nastro per i migliori costumi a Massimo Cantini Parrini  ( che come detto lo ha ottenuto anche per Pinocchio). E che soprattutto ha raccolto quello per miglior film dell’anno esaltando il lavoro svolto dai fratelli Damiano e Fabio D’innocenzo, capaci di incantare alla loro opera seconda, ottenendo già l’Orso d’argento per la miglior sceneggiatura al festival di Berlino di quest’anno e gloriandosi anche di quello per il migliore attore ad Elio Germano (mentre ai Nastri il premio per il migliore attore è andato a Pierfrancesco Favino -per “Hammamet”- con tanto di bacio alla moglie  Anna Ferzetti , presente in veste di conduttrice). I due  directors romani hanno affermato di sentirsi fortunati nell’avere ricevuto un premio così importante in un contesto , per noti motivi, al tempo stesso caloroso ma particolare, con un’accoglienza sempre amorevole da parte dei mass media per un film che ha ricevuto tanta considerazione e riconoscimenti e che forse tempo addietro non sarebbe stato accettato dai produttori con grande facilità, per cui già realizzare la pellicola è stata un premio importante su cui si è costruito il resto.

 ELENCO DEI NASTRI E VINCITORI

MIGLIOR FILM FAVOLACCE Damiano e Fabio D’INNOCENZO

MIGLIORE REGIA Matteo GARRONE PINOCCHIO

MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE Marco D’AMORE L’IMMORTALE

MIGLIORE COMMEDIA FIGLI Giuseppe BONITO

MIGLIOR PRODUTTORE Agostino, Giuseppe, Maria Grazia SACCÀ – Pepito Produzioni FAVOLACCE con Rai Cinema, Vision Distribution, Amka Films Productions, QMI e con Rai Cinema, in associazione con Minerva Pictures Group, Evolution People HAMMAMET

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA Pierfrancesco FAVINO HAMMAMET

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA Jasmine TRINCA LA DEA FORTUNA

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA Roberto BENIGNI PINOCCHIO

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA Valeria GOLINO 5 È IL NUMERO PERFETTO, RITRATTO DELLA GIOVANE IN FIAMME

MIGLIOR ATTORE COMMEDIA Valerio MASTANDREA FIGLI

MIGLIORE ATTRICE COMMEDIA Paola CORTELLESI FIGLI

MIGLIOR SOGGETTO IL SIGNOR DIAVOLO Pupi, Antonio, Tommaso AVATI

MIGLIORE SCENEGGIATURA FAVOLACCE Damiano e Fabio D’INNOCENZO

MIGLIORE FOTOGRAFIA Paolo CARNERA FAVOLACCE

MIGLIORE SCENOGRAFIA Dimitri CAPUANI PINOCCHIO

MIGLIORI COSTUMI Massimo CANTINI PARRINI PINOCCHIO, FAVOLACCE

MIGLIOR MONTAGGIO Marco SPOLETINI PINOCCHIO, VILLETTA CON OSPITI

MIGLIOR SONORO Maricetta LOMBARDO PINOCCHIO

MIGLIORE COLONNA SONORA ex aequo BRUNORI SAS ODIO L’ESTATE Pasquale CATALANO LA DEA FORTUNA

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE CHE VITA MERAVIGLIOSA (LA DEA FORTUNA) autore e interprete DIODATO

I PREMI SPECIALI (assegnati dal Direttivo con il Consiglio Nazionale)

FILM DELL’ANNO Volevo nascondermi al regista Giorgio DIRITTI ai produttori Carlo DEGLI ESPOSTI e Nicola SERRA (Palomar) e Paolo DEL BROCCO (Rai Cinema) al protagonista Elio GERMANO Con un Nastro collettivo per il Soggetto e Sceneggiatura a Tania PEDRONI e Fredo VALLA Costumi Ursula PATZAK, Fotografia Matteo COCCO, Sonoro Carlo MISSIDENTI Scenografia Ludovica FERRARIO e Alessandra MURA Trucco Lorenzo TAMBURINI e Giuseppe DESIATO, Wigs and hair designer Aldo SIGNORETTI

NASTRO ALLA CARRIERA Toni SERVILLO

NASTRO EUROPEO Pedro ALMODÓVAR per Dolor Y Gloria

NASTRO D’ORO Vittorio STORARO per Un giorno di pioggia a New York 50 anni di grande fotografia

NASTRO SPECIALE Lorenzo MATTOTTI per La famosa invasione degli orsi in Sicilia (Indigo Film – Rai Cinema)

NASTRO DELLA LEGALITÀ In collaborazione con il Festival “Trame – Festival dei libri sulle mafie” Aspromonte di Mimmo CALOPRESTI (produzione Fulvio e Federica Lucisano – IIF con Rai Cinema)

MIGLIOR CASTING DIRECTOR Davide ZUROLO per L’immortale

PREMIO GUGLIELMO BIRAGHI Per le ‘promesse’ dell’anno

Giulio PRANNO per Tutto il mio folle amore

Con una menzione speciale a Federico IELAPI per Pinocchio con il sostegno della Fondazione Claudio Nobis

PREMIO “GRAZIELLA BONACCHI” Barbara CHICHIARELLI

PREMIO NINO MANFREDI Claudio SANTAMARIA per Tutto il mio folle amore e Gli anni più belli

PREMIO NASTRI D’ARGENTO – SIAE per la sceneggiatura Emanuela ROSSI per Buio

NASTRI D’ARGENTO – NUOVO IMAIE per il doppiaggio Stefano DE SANDO – Robert De Niro in The Irishman Claudia CATANI – Angelina Jolie / Emanuela ROSSI – Michelle Pfeiffer in Maleficent

IL ‘CAMEO’ DELL’ANNO Barbara ALBERTI per La Dea Fortuna.

 

 

 

di Gian Maria Tesei Data: Mercoledi, 8 luglio 2020

Articoli correlati

Spettacoli e Cultura, Taormina: il 10 agosto "autori sotto le stelle"

Incontro tra musica e letteratura in una affascinante  notte di San Lorenzo, è un’iniziativa degli “autori sotto le stelle” , e che si svo...

Bellini Renaissance: al via la manifestazione internazionale dedicata ...

Puntare su un festival internazionale dedicato alla figura di Vincenzo Bellini, sommo compositore catanese che ha indissolubilmente segnato la storia ...