forte presa di posizione

Forum Terzo Settore Sicilia: senza fondi a rischio le nostre attività

Politica   Venerdi, 9 ottobre 2020

Il Portavoce regionale: “Se la situazione non si sblocca chiederemo di non procedere alla ripartizione futura delle risorse destinate alla Sicilia.”

Il Forum Terzo Settore della Sicilia ha scritto una lettera alla Ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo ed al Ministro per il Sud e la coesione territoriale, Giuseppe Provenzano per richiedere un rapido intervento per sbloccare le risorse destinate al Terzo settore, previste dall’art.72 del D.Lgs.117/2017.
A sostegno del Terzo settore siciliano sono state stanziate importanti risorse che tuttavia, ad oggi, risultano ancora in stallo. “I grandi ritardi e l'inefficienza dell'amministrazione regionale – dichiara il Portavoce regionale Pippo di Natale (nella foto) – lasciano presagire che solo nel 2025 riusciremo a utilizzare le risorse disponibili, quando però il Terzo settore avrà pagato un prezzo durissimo, ampliato dalle difficoltà dovute dall’emergenza Covid di questi mesi.”

Non possiamo essere considerati i ‘fattorini della solidarietà’ – prosegue il Portavoce – lusingati nelle emergenze ma ignorati quando rivendichiamo rispetto e riconoscimento. Questa miopia rischia di mettere in definitiva crisi il Terzo settore isolano e tutto ciò non è più accettabile. Ove dovesse permanere tale situazione, denunciata più volte inutilmente al Dipartimento Famiglia dell’Assessorato Lavoro della Regione Sicilia, ci troveremo a richiedere di non procedere alla ripartizione futura delle risorse destinate alla Sicilia. Crediamo più corretto che a utilizzarle siano le regioni più virtuose, che dimostrano nei fatti di valorizzare il Terzo settore dei loro territori. Cosa che la Sicilia non ha ancora ritenuto di fare.” Così Pippo di Natale.

Testo lettera:

"Palermo 5 ottobre 2020.
Alla Senatrice Nunzia Catalfo
Ministra del lavoro e delle politiche sociali
Al Dott.Giuseppe Provenzano
Ministro per il Sud e la coesione territoriale
OGGETTO: Richiesta intervento.
Gentili Ministri,
a nome delle associazioni del terzo settore operanti in Sicilia ci permettiamo di richiedere
un Vostro autorevole intervento al fine di pervenire, nel più breve tempo possibile, al
superamento della difficile situazione venutasi a determinare nella nostra Regione che,
per l'incapacità dell’amministrazione regionale di dare attuazione agli interventi previsti
dall’art.72 del D.Lgs.117/2017, rischia di mettere in definitiva crisi il terzo settore isolano.
In Sicilia, infatti, nonostante le ingenti risorse che il Ministero del Lavoro ha destinato al
terzo settore, risultano non ancora attivate, per i ritardi e l'inefficienza del Dipartimento
Famiglia dell’Assessorato al lavoro, le procedure per l'utilizzazione delrisorse derivanti dai:
➔ D.M. 166 del 12/11/2019 € 2.220.047
➔ D.M. 44 del 12/03/2020 € 1.731.803
➔ D.M. 93 del 07/08/2020 € 3.251.974
Per completezza di informazione va sottolineato che le procedure relative alle risorse 2017
si sono concluse con la pubblicazione delle graduatorie ( ottobre 2020), e, solo, il 28 luglio
2020 sono stati emanati i bandi relativi all’annualità 2018, senza che, peraltro,
l’amministrazione abbia ritenuto di confrontarsi con la rappresentanza del Terzo Settore.
Va da se che la tempistica alla quale ci ha abituato il Dipartimento regionale lascia
presagire che solo nel 2025 riusciremo a utilizzare le risorse disponibili.
Quando, però, il terzo settore siciliano avrà pagato un prezzo durissimo all'emergenza
Covid di questi mesi.
Alle risorse di cui sopra andranno aggiunte quelle previste dall’art.246 della legge 77/20
(conversione in legge del D.L.34/2020), che ha riservato al terzo settore meridionale un
Soci del Forum Sicilia:
Acli / Ada / Adas / Adicoconsum / Agci Solidarietà / Agesci / Aics /Aism / Alplurale / Anffas / Anmil / Anolf / Anteas / Arci /
Arcigay /Arci Servizio Civile / Arciragazzi / Associazioni Banche del Tempo / Associazione Erripa / Agi / Auser / Avis / Avo / CDO
/ Cittadinanzattiva/ Cnca / Cns Libertas / Coordinamento H / Ong Luciano Lama / Csi / Federconsumatori / Federsolidarietà
Confcooperative/ Fiab / Fidas / Fitel / Legacoopsociali / Legambiente / Mcl / Mdc / Misericordie/ Mo.Vi / Modavi / Ong Iscos /
Rete delle Fattorie Sociali / Uisp / Unicoop / Unpli
finanziamento aggiuntivo di100 milioni di €.
Crediamo che tutto ciò non sia più accettabile.
Non possiamo accettare di essere considerati i “fattorini della solidarietà”, blanditi nelle
emergenze ma non considerati quando rivendichiamo rispetto e dignità.
Gentili Ministri,
anche per la comune appartenenza territoriale, riteniamo opportuno segnalare con forza
che, ove dovesse permanere tale situazione, denunciata più volte inutilmente al dirigente
generale del Dipartimento Famiglia dell’Assessorato Lavoro della Regione Siciliana, ci
troveremo a richiedere di non procedere alla ripartizione futura delle risorse destinate alla
Sicilia. Infatti ci sembra più corretto che a utilizzarle siano le regioni più virtuose e che
dimostrano nei fatti di valorizzare il terzo settore settore dei loro territorio.
Cosa che la Sicilia non ha ancora ritenuto di fare.
RingraziandoVi anticipatamente, mi è gradita l'occasione per porgerVi vive cordialità.
Il Portavoce Regionale FTS Sicilia
I nostri recapiti:
Giuseppe Di Natale 3356572684
sicilia@forumterzosettore.it portavoce.sicilia@forumterzosettore.it
forumterzosettore.sicilia@pec.it
Soci del Forum Sicilia:
Acli / Ada / Adas / Adicoconsum / Agci Solidarietà / Agesci / Aics /Aism / Alplurale / Anffas / Anmil / Anolf / Anteas / Arci /
Arcigay /Arci Servizio Civile / Arciragazzi / Associazioni Banche del Tempo / Associazione Erripa / Agi / Auser / Avis / Avo / CDO
/ Cittadinanzattiva/ Cnca / Cns Libertas / Coordinamento H / Ong Luciano Lama / Csi / Federconsumatori / Federsolidarietà
Confcooperative/ Fiab / Fidas / Fitel / Legacoopsociali / Legambiente / Mcl / Mdc / Misericordie/ Mo.Vi / Modavi / Ong Iscos /
Rete delle Fattorie Sociali / Uisp / Unicoop / Unpli.

Palermo 5 ottobre 2020.
Alla Senatrice Nunzia Catalfo
Ministra del lavoro e delle politiche sociali
Al Dott.Giuseppe Provenzano
Ministro per il Sud e la coesione territoriale
OGGETTO: Richiesta intervento.
Gentili Ministri,
a nome delle associazioni del terzo settore operanti in Sicilia ci permettiamo di richiedere
un Vostro autorevole intervento al fine di pervenire, nel più breve tempo possibile, al
superamento della difficile situazione venutasi a determinare nella nostra Regione che,
per l'incapacità dell’amministrazione regionale di dare attuazione agli interventi previsti
dall’art.72 del D.Lgs.117/2017, rischia di mettere in definitiva crisi il terzo settore isolano.
In Sicilia, infatti, nonostante le ingenti risorse che il Ministero del Lavoro ha destinato al
terzo settore, risultano non ancora attivate, per i ritardi e l'inefficienza del Dipartimento
Famiglia dell’Assessorato al lavoro, le procedure per l'utilizzazione delrisorse derivanti dai:
➔ D.M. 166 del 12/11/2019 € 2.220.047
➔ D.M. 44 del 12/03/2020 € 1.731.803
➔ D.M. 93 del 07/08/2020 € 3.251.974
Per completezza di informazione va sottolineato che le procedure relative alle risorse 2017
si sono concluse con la pubblicazione delle graduatorie ( ottobre 2020), e, solo, il 28 luglio
2020 sono stati emanati i bandi relativi all’annualità 2018, senza che, peraltro,
l’amministrazione abbia ritenuto di confrontarsi con la rappresentanza del Terzo Settore.
Va da se che la tempistica alla quale ci ha abituato il Dipartimento regionale lascia
presagire che solo nel 2025 riusciremo a utilizzare le risorse disponibili.
Quando, però, il terzo settore siciliano avrà pagato un prezzo durissimo all'emergenza
Covid di questi mesi.
Alle risorse di cui sopra andranno aggiunte quelle previste dall’art.246 della legge 77/20
(conversione in legge del D.L.34/2020), che ha riservato al terzo settore meridionale un
finanziamento aggiuntivo di100 milioni di €.
Crediamo che tutto ciò non sia più accettabile.
Non possiamo accettare di essere considerati i “fattorini della solidarietà”, blanditi nelle
emergenze ma non considerati quando rivendichiamo rispetto e dignità.
Gentili Ministri,
anche per la comune appartenenza territoriale, riteniamo opportuno segnalare con forza
che, ove dovesse permanere tale situazione, denunciata più volte inutilmente al dirigente
generale del Dipartimento Famiglia dell’Assessorato Lavoro della Regione Siciliana, ci
troveremo a richiedere di non procedere alla ripartizione futura delle risorse destinate alla
Sicilia. Infatti ci sembra più corretto che a utilizzarle siano le regioni più virtuose e che
dimostrano nei fatti di valorizzare il terzo settore settore dei loro territorio.
Cosa che la Sicilia non ha ancora ritenuto di fare.
RingraziandoVi anticipatamente, mi è gradita l'occasione per porgerVi vive cordialità.
Il Portavoce Regionale FTS Sicilia
I nostri recapiti:
Giuseppe Di Natale 
Soci del Forum Sicilia:
Acli / Ada / Adas / Adicoconsum / Agci Solidarietà / Agesci / Aics /Aism / Alplurale / Anffas / Anmil / Anolf / Anteas / Arci /
Arcigay /Arci Servizio Civile / Arciragazzi / Associazioni Banche del Tempo / Associazione Erripa / Agi / Auser / Avis / Avo / CDO
/ Cittadinanzattiva/ Cnca / Cns Libertas / Coordinamento H / Ong Luciano Lama / Csi / Federconsumatori / Federsolidarietà
Confcooperative/ Fiab / Fidas / Fitel / Legacoopsociali / Legambiente / Mcl / Mdc / Misericordie/ Mo.Vi / Modavi / Ong Iscos /
Rete delle Fattorie Sociali / Uisp / Unicoop / Unpli."

di ienesicule Data: Venerdi, 9 ottobre 2020

Articoli correlati

BENTORNATO!

 

Tirate fuori i fazzoletti! Tiziana Drago: "lascio il M5s. La politica ...

La senatrice Tiziana Drago, eletta con il Movimento Cinque Stelle, annuncia il suo addio al gruppo pentastellato, che sarà formalizzato oggi pomeriggio al Senato con un inte...