comunicato stampa

Politica, Parlamento Europeo: due interventi dell'on. Tardino (Lega)

Politica   Mercoledi, 1 settembre 2021
CENERE ETNA, TARDINO (LEGA): “INTERROGAZIONE IN UE PER MODIFICA FONDO DI SOLIDARIETÀ, NON È UN’EMERGENZA DI SERIE B”
 
Bruxelles, 31 agosto – “La copiosa e ripetuta caduta di lapilli e cenere vulcanica su Catania e diversi centri della provincia non può continuare a essere considerata dall’Ue come una ‘emergenza di serie B’, e quindi non degna di un sostegno economico. L’Etna da sette mesi costringe decine di migliaia di cittadini a convivere con un’emergenza che continua a causare gravi disagi e ingenti danni economici al territorio, come anche segnalato in questi giorni dal Presidente Musumeci. La solidarietà tra gli Stati membri non è un'opzione, ma un obbligo sancito dai trattati e un pilastro dei valori dell'Ue. Ebbene, è arrivato il momento che questo pilastro vada anche a sostenere quelle popolazioni attraverso uno strumento già esistente, il Fondo di solidarietà dell’Unione europea (FSUE), che deve essere modificato, così come richiesto nella relazione di iniziativa che abbiamo approvato lo scorso marzo”. Lo dichiara Annalisa Tardino, europarlamentare siciliana della Lega, che in queste ore ha presentato una interrogazione urgente alla Commissione Ue dopo l’ennesimo fenomeno parossistico dell’Etna, che ha inondato di cenere i centri abitati del versante ionico, fino alla costa.
“Il regolamento del FSUE, creato nel 2002 per rispondere alle grandi calamità naturali – spiega l’eurodeputata - prevede l’attivazione per danni pari o superiori a 3 miliardi di euro, o allo 0,6% dell'Reddito nazionale lordo (RNL) dello Stato. Soglie troppo alte per casi localizzati, come quelli legati a un’eruzione vulcanica. Poiché la soglia è già stata abbassata per le regioni ultraperiferiche dell’Ue, chiedo che lo stesso avvenga per le isole e per i vulcani. Lo stesso Parlamento ha, peraltro, invitato la Commissione a concentrarsi, in occasione della revisione del FSUE, sulle isole e sulle regioni caratterizzate da una notevole attività sismica o vulcanica. Nell’interrogazione chiedo, quindi, alla Commissione di passare ai fatti e creare un meccanismo di sostegno specifico per queste emergenze, con danni inferiori alle soglie previste dal Fondo, facendo ad esempio riferimento al Pil provinciale o regionale. In alternativa, occorre abbassare il massimale oppure considerare più episodi avvenuti nel corso del tempo come unico evento, ai fini dell’attivazione del fondo anche derogando, per questo tipo di calamità, al limite di 12 settimane fissato per la presentazione della domanda”.
 
Afghanistan, Tardino (Lega), dopo anni di errori, Ue riconosce buonsenso proposte Lega
 
Bruxelles, 1 set - “Oggi tutta l’Unione Europea, sulla gestione dei flussi migratori dall’Afghanistan, è concorde sulle proposte che la Lega porta avanti da sempre. Lo dimostra la linea comune emersa dalla riunione straordinaria dei ministri dell'Interno Ue: creare le condizioni per fermare e non incentivare le partenze di irregolari, proteggere i confini esterni, garantire la sicurezza dei cittadini Ue dalle minacce del terrorismo. Bene il sostegno ai Paesi confinanti che devono fare la propria parte nell’accoglienza, cui si aggiunge la ricollocazione dei soggetti vulnerabili su base volontaria. Meglio tardi che mai: dopo anni in cui ci hanno etichettato come razzisti e populisti, ora finalmente Bruxelles si accorge che le soluzioni della Lega sono di buon senso. Dopo decenni di scelte sbagliate e di belle parole, bene che l’Ue torni sui propri passi. Serve il massimo impegno per evitare di ripetere gli errori della crisi siriana del 2015 e bisogna mantenere alta l’attenzione sul rischio di infiltrazioni terroristiche”.
Così in una nota Annalisa Tardino, europarlamentare della Lega, coordinatrice ID in commissione Libe.
di ienesicule Data: Mercoledi, 1 settembre 2021

Articoli correlati

Covid, Tardino (Lega): senza visione e programmazione la Sicilia risch...

"I recenti sviluppi geopolitici a seguito della pandemia mostrano come siano rapidamente cambiate le prospettive commerciali nel Mediterraneo. Le restrizioni hanno limitato gli spo...

“Contro guerre e crisi pandemiche, costruiamo l’Alternativa”

Sabato 11 settembre dalle ore 18:00 nella piazza dei libri del Gammazita, Piazza Federico di Svevia, 92 a Catania, si terrà l’incontro “Contro guerre e...