sinergia pubblico-privato

Cronaca, Catania: nuovo "volto" alla via Battello

Cronaca   Giovedi, 6 gennaio 2022

Ancora un'azione sinergica tra pubblico e privato per la cura del decoro urbano. Stavolta a trarne giovamento antistante uno spazio a verde di via Battello, antistante il Centro di Medicina e Chirurgia Catanese, che è stato riqualificato dalla storica casa di cura etnea che ne gestirà anche la manutenzione, grazie alla sponsorizzazione promossa dal Comune e in particolar modo dagli uffici diretti dal capo di gabinetto Giuseppe Ferraro.  

La governance del Centro di Medicina e Chirurgia catanese, ha deciso di dedicare lo spartitraffico alla memoria del Prof. Raffaele Lanteri, prestigioso medico chirurgo del secolo scorso, padre della signora Vittoria e nonno della dott.ssa Alba.

L'inaugurazione è avvenuta alla presenza del sindaco Salvo Pogliese, accompagnato dal capo di Gabinetto Giuseppe Ferraro, Il sindaco Pogliese, alla presenza tra gli altri, della dirigenza della clinica (l’A.D. Daniele Virgillito, il Prof. Paolo Bosco e il dott. Marco Murabito) ha ringraziato le famiglie Murabito-Lanteri, per l’impegno profuso nei confronti della città, sia in termini sanitari-solidaristici che occupazionali per l’ultradecennale attività sanitaria nel capoluogo etneo.

Dal canto suo per conto della casa di cura, l'avvocato Marco Murabito ha ringraziato il sindaco e l'Amministrazione Comunale per avere consentito la realizzazione dell'opera e consentito di ricordare la figura del professore Raffaele Lanteri.

di ienesicule Data: Giovedi, 6 gennaio 2022

Articoli correlati

Rischio sgombero famiglie in piena pandemia

"Oggi si è tenuta la conferenza stampa dei nuclei familiari di via gallo 4, in cui hanno spiegato le loro motivazioni e la situazione che vivono in questo momento di crisi, ...

Conferenza stampa stamattina ore 10 in Via Gallo 4, per dare voce alle...

Interverranno il SUNIA Catania e il Comitato reddito-casa-lavoro, che racconteranno i 30 anni di storia dello stabile. Era il 1970 quando la signora Gaetana Carbonaro donò ...