Lo Monaco: "Mazzarri mi pare il Mourinho dei poveri". E Poi:"Il Catania può battere anche il Milan".

Sport   Mercoledi, 2 novembre 2011

di Fabio Cantarella

Battuto il Napoli, il Catania, visto lo stato di forma strepitoso, si appresta ad affrontare il Milan a San Siro programmando una partita da giocare a testa alta.A offrirci un quadro completo, di quel che è stato e di quel che sarà, ci pensa l'amministratore delegato dei rossazzurri Pietro Lo Monaco che prima archivia definitivamente la "pratica" Napoli rispondendo all'allenatore dei partenopei Walter Mazzarri che più volte ha contestato l'espulsione di Santana, decisione arbitrale che ha lasciato il Napoli in dieci uomini.

Lo Monaco ha precisato: "Mazzarri continua a parlare in riferimento agli arbitri e questo non mi piace perchè non riesco a pensare che adesso il direttore di gara favorisca una piccola squadra qual è il Catania. Mazzarri mi pare stia facendo il Mourinho dei poveri. Il Catania ha vinto meritatamente. Ci sta che il Napoli perda, è ovvio che debba fare delle scelte giudicando di partita in partita, essendo impegnata anche in Champions League, ci sta che perda dei punti per strada".

Messo da parte il Napoli, adesso l'attenzione è rivolta alla gara col Milan e anche in merito alla prossima tappa Lo Monaco ha le idee molto chiare: "Il Catania può battere chiunque, può fare risultato anche a San Siro, ma deve evitare i voli pindarici e l'eccesso d'euforia".

Lo Monaco si sofferma anche sul grado di preparazione raggiunto dalla squadra:"il processo di maturazione è in corso, la qualità dell'organico è importante e le capacità di lavoro dell'intero ambiente notevoli. Il ciclo terribile? In 4 gare abbiamo ottenuto 8 punti, tenendo una media da alta classifica contro avversari prestigiosi, il Catania può battere chiunque, anche il Napoli, non c'è da sorprendersi. Nei nostri risultati, voglio sottolineare, non c'è nulla di casuale: arrivano a coronamento di prestazioni di un certo spessore. Possiamo fare risultato a San Siro, è nelle corde e nel dna della nostra squadra".

L'amministratore delegato azzarda anche un "pronostico": "sarà una gara difficile per i rossoneri, il pronostico è dalla loro parte, se noi dovessimo perdere sarebbe normale, se invece a vincere fosse il Catania, per il Milan sarebbe un guaio".

Lo Monaco rivolge, infine, anche un pensiero affettuoso a Cassano:"mi auguro di cuore che possa superare tutto il prima possibile. Sarei pronto ad accettare una sconfitta sul campo col Milan per barattarla con il recupero della piena salute dell'attaccante del Milan e della Nazionale. Ha una tempra forte e un grande carattere, sono certo che lo vedremo presto di nuovo in campo perché lui è uno degli ultimi mohicani, quelli capaci d'infiammare da soli una piazza con giocate spettacolari, talento e inventiva".

di Data: Mercoledi, 2 novembre 2011

Articoli correlati

Sport, Karate: il puntese Eugenio Basile sul tetto del mondo

La federazione internazionale di karate denominata WKMO (world karate martial Art organization) ha organizzato il primo campionato del mondo virtuale nella storia del karate mondia...

I 50 anni della partita del secolo: Italia-Germania 4-3

di Gian Maria Tesei. Sono passati cinquanta anni dal quel 17 giugno del1970 che vide lo svolgersi , al mondiale di calcio messicano, della mitica “Italia-Germani:4-3”....