ultime sul "fronte del lavoro"

Occupazione, Messina, caso Coop Genesi: dalla Cisal Terziario azioni per salvare l'occupazione

Cronaca   Venerdi, 21 agosto 2015

ecco la sequenza di notizie in merito degli ultimi giorni...

(ANSA) - PATTI (MESSINA), 19 AGO - La polizia sta eseguendo a Patti (Me) un'ordinanza di applicazione di misure cautelari, emessa dal gip, su richiesta della locale Procura, nei confronti di sette persone. Sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di aver promosso e organizzato, in forma associata, un sistema di aggiudicazione di appalti pubblici per l'assegnazione di servizi di assistenza socio-sanitari mediante la turbata libertà degli incanti, la frode, la corruzione, la concussione, la truffa aggravata.C'è anche il sindaco di Patti, Mauro Aquino, tra le persone destinatarie di un avviso di garanzia per associazione a delinquere, abuso d'ufficio, corruzione e turbativa d'asta. Gli altri amministratori indagati sono il presidente del consiglio comunale Giorgio Cangemi, il vice presidente Alessio Papa, l'assessore Nicola Molica, i consiglieri comunali Domenico Pontillo e Nicola Giuttari, l'ex sindaco Giuseppe Venuto, l'ex vice sindaco Francesco Gullo e il sindaco di Librizzi Renato Cilona. Le quattro persone finite agli arresti domiciliari sono Michele Cappadona e Giuseppe Pizzo, rappresentanti di due cooperative sociali; Salvatore Colonna, funzionario del Comune di Patti, e Giuseppe Busacca imprenditore dello stesso settore assistenziale. Divieto di dimora per i funzionari Tindaro Giuttari, Luciana Panasiddi e Carmelo Zeus.


altri approfondimenti
Su:
http://www.messinaora.it/notizia/2015/08/19/appalti-truccati-a-patti-arrestato-il-presidente-della-coop-genesi-busacca-indagati-i-sindaci-di-patti-e-librizzi/63328
 
http://www.agoravox.it/Giuseppe-Busacca-dominus-della.html
 
commento di Paolo Magrì, Cisal Terziario:
“abbiamo appreso la notizia dai media locali, la Coop Genesi gestisce dipendenti in gran parte della Sicilia, abbiamo già chiesto un incontro sindacale alla Cooperativa per capire quale impatto la vicenda giudiziaria avrà sui lavoratori, ci auguriamo che per l'ennesima volta non ne facciano le spese i lavoratori che già alle dipendenze della Genesi vivono da anni tra mille difficoltà a causa dei continui ritardi nelle erogazione degli stipendi.
Aspettiamo di essere convocati dall'amministrazione della Coop Genesi per poter dare rassicurazioni ai lavoratori che stanno vivendo momenti drammatici giustamente preoccupati per il loro futuro, confidiamo nella giustizia affinché faccia il suo corso, e siamo sicuri che gli amministratori giudiziari tenendo terranno conto che ci sono migliaia di oneste famiglie di lavoratori che dipendono dalla Coop.”

 

di Redazione Iene Siciliane Data: Venerdi, 21 agosto 2015

Articoli correlati

Giudiziaria, Catania: morire sulla strada, nell'indifferenza

Era una domenica come tante altre quella del 16 dicembre dello scorso anno: Antonino Di Grazia, 71 anni (nella foto), pensionato, invece di stare a casa, era sulla strada diretto a...

Serve una nuova "Vespri siciliani" a Catania?

fonte: www.cataniaoggi.it  Catania nel degrado, mini e maxi delinquenza, droga ed estorsioni, strade invase dalla spazzatura: c’è un po’ di tutto per dire ...