Clamoroso al Cibali! - Vox Populi, Vox Dei? Nella "città degli amici" si sa, eccome. Ma si fa finta di non....

Elezioni sotto il liotru, botto di fine anno! Tutti lo sanno e nessuno lo dice, Valentina Scialfa papabile candidata di Forza Italia

Catania   Domenica, 31 dicembre 2017

La primavera -quella vera- è alle porte e con essa le elezioni comunali a Catania. Oggi, sulla “palude rossazzurra” è stato “tirato un sasso”: rimbalzando dal quotidiano cittadino, sui tavolini del centro storico si è vociferato del nuovo candidato del centrodestra alle comunali di inizio estate. Chi si contenderà la poltrona con il podestà della "sinistra perbene"? Udite, udite, dai tavolini della via Etnea e dal sottobosco di piazza Duomo sale -forte e chiaro- un nome: quello della dottoressa Valentina Scialfa. Proprio lei, o meglio proprio Valentina Scialfer, planata a Palazzo nel 213 ad occuparsi di scuola e divenuta presto non un “oggetto non identificato” dell'amministrazione della “democrazia e del progresso”, ma una protagonista. Malgrado il fastidio espresso addirittura per gli apprezzamenti estetici arrivati via internet e via Etnea. Cose che capitano. Attenzione, allora, a non darle della “Barbie” o simili che poi non si sa come finisce: la donna va apprezzata per ragioni professionali. Il resto è -ipocritamente- fuffa.

Se fosse tutto vero -e non solo un'indiscrezione piuttosto fondata- si confermerebbe un dato politico (si direbbe in una città normale): che il podestà continua a “perdere pezzi” della “sua” amministrazione. Ricordate l'ex capogruppo di Bianco in consiglio comunale, il “lombardiano-pistoriano” Alessandro Porto, candidato in poche settimane prima con il centrosinistra e poi con il centrodestra (in FI) alle ultime regionali?

E guarda caso -a conferma che le differenze destra-sinistra, soprattutto sotto l'Etna, servono soltanto a una parte della disonesta sinistra catanese per costruire finte contrapposizioni- dal lato del Cavaliere ci si riposiziona. Un film già visto. Insomma, nella liste dell'Uomo di Arcore (proprio lui, il “Male Assoluto”) sarebbe finito anche questo nome. Suscitando -dicono le malelingue- reazioni...a catena. Piuttosto adirate...Vedremo.

di Iene Sicule Data: Domenica, 31 dicembre 2017

Articoli correlati

Balle di Regime, emendamento antidissesto: Enzo Bianco si vanta, il Pd...

Dite all'ex sindaco di Catania ed ex senatore Pd Enzo Bianco che prima di “lanciarsi”(il verbo è quanto mai adatto) nel “mare magno” del web è...

Sanità, Catania: si "dismette" la Chirurgia Vascolare del "Garibaldi C...

Cosa pensereste se vi dicessero che una persona vittima di un grave incidente stradale o sofferente di un'ischemia acuta può essere operato in un posto, grazie all'opera di ...