CoSe da cinema

Enzo Bianco come Fabio De Luigi: meglio la tentacolare Pescara

Cronaca   Martedi, 4 dicembre 2018

Mentre a Catania si riuniva il consiglio comunale per deliberar il consuntivo dell’ anno 2017, Enzo Bianco era assente. Lui che s’atteggia a leader dell’opposizione, manco fosse Lanfranco Zappalà, stava a Pescara.

“Due giorni di intenso dibattito. Di confronto. A Pescara – il post di Bianco -, a discutere dei problemi del nostro Paese… non solo di Pd”.

Bene così: con questa andata a Pescara, Enzo Bianco ricorda paro, paro, una scena del film “Ex” (che non sta per “ex” sindaco), quella in cui Fabio de Luigi nel ruolo di Paolo porta la fidanzata Monique, per paura, appunto, dell’ex di lei, a vedere un concerto dei Jalisse, quelli di “Fiumi di parole”, da Roma a Pescara.

“Mi hai portato a Pescara a vedere un concerto dei Jalisse?, domandava Monique incredula, infastidita e parecchio inc...zata. “Vuoi mettere Roma con Pescara?”, le rispondeva Paolo, alias De Luigi, sornione: “la tentacolare Pescara”.

E se Pescara è tentacolare, Catania è dissestata: vuoi mettere?

Ora, Paolo, nel film, fuggiva per non esser picchiato; non si dica, però, che Enzo sia scappato. Certo, anche lo scorso consiglio comunale, datato il 14 novembre, Bianco l’aveva disertato; quello che, fra l’altro, Salvo Di Salvo, suo ex assessore, aveva richiesto, proprio per via dell’imminente dissesto… suvvia, che vuoi che sia. 

Bianco i problemi del Paese li discute a Pescara; del resto, mica di Ancona, Pordenone, Sondrio, Macerata e del Molise (che non esiste) si sta parlando: ma di Pescara, la tentacolare. Invece i problemi di Catania, la dissestata, colui che fu “a sciurara” li lascia a Gelsomino, il Giuseppe consigliere di Sammartino.

Intanto, per l’anno 2017, quando il sindaco era Enzo di Bianco vestito, negativo è il risultato definitivo: meno 641, 923 milioni di euro, altro che “Fiumi di parole”.

di iena marco pitrella Data: Martedi, 4 dicembre 2018

Articoli correlati

Cronaca, Catania: "piovono" firme contro la vivisezione

Le pratiche violente contro gli animali sono la cifra di una società in caduta libera. Anche per questo le azioni di contrasto sono lodevoli, non fosse altro per sollecitare...

Giudiziaria, minacce al giornalista Borrometi: il processo trasferito ...

Manca solo l'ufficialità, ma il processo al presunto capomafia siracusano Salvatore Giuliano e al figlio Gabriele per tentata violenza privata e minacce di morte, aggravate ...