ospiti per la visione dell'ultima replica de "la capinera"

Spettacoli e Cultura, Teatro Bellini Catania: primo evento inaugurale per i membri del CoEHAR

Comunicati Stampa   Mercoledi, 19 dicembre 2018
nella foto da sinistra: Antonio Pacino - socio fondatore LIAF, Leonardo Catalanotto - direttore d’orchestra, Riccardo Polosa - direttore CoEHAR, Gianni Bella - compositore, Roberto Grossi - Sovrintendente e Cristina Baggio - soprano. 
 
Uno spettacolo speciale per l'evento inaugurale del CoEHAR, il Centro per la Riduzione del Danno da Fumo che aprirà le porte domani mattina alla Torre Biologica dell'Università degli Studi di Catania. Il direttore Riccardo Polosa, insieme ai quaranta docenti del Centro e ad una speciale delegazione di fumatori, che hanno già iniziato il percorso per smettere di fumare, sono stati ospiti ieri sera al Teatro Massimo Bellini di Catania per la visione dell'ultima replica de "La Capinera". L'evento, che è stato promosso dalla Lega Italiana Anti Fumo, ha riscosso apprezzamento e ammirazione da parte di tutti i partecipanti. 
 
L'appuntamento è per domani mattina alle ore 10 nell'Aula Magna della Torre Biologica dove si terrà la cerimonia inaugurale coordinata dal direttore e alla quale parteciperanno l'assessore alla Salute della Regione Siciliana Ruggero Razza, il sindaco di Catania Salvo Pogliese, il Magnifico Rettore Francesco Basile e il direttore del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale Francesco Purrello. La conferenza sarà moderata dal giornalista Guglielmo Troina. 
 
 
 
 
di ienesicule Data: Mercoledi, 19 dicembre 2018

Articoli correlati

Sigonella, espropri e istigazione alla corruzione: arrestati due pubbl...

"Nell’ambito di attività di indagine coordinate da questa Procura della Repubblica, i Finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno dato esecuzione a un’or...

L'USB: "Oggi non ci saremo al presidio Anpi per la Cgil perché oltre i...

"Oggi pomeriggio a Catania si svolgerà un presidio indetto dall'ANPI in seguito all'azione  squadrista dei fascisti contro la sede romana della CGIL.Noi come USB non pa...