comunicato stampa in vista del sit in di venerdì

Potere sindacale e Trasporti, Amt: sindacati uniti per lo sciopero del 22 febbraio. Che strana e "bella alleanza" contro l'amministrazione comunale...

Comunicati Stampa   Mercoledi, 20 febbraio 2019

Ecco il comunicato stampa: 

in piazza Università

AMT, VENERDÌ SIT IN PER LO SCIOPERO DI QUATTRO ORE 

Manifestazione indetta da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl e Faisa Cisal

Preoccupazione per situazione economico-finanziaria dell'azienda 

Annunciate ulteriori quattro ore di sciopero per venerdì 8 marzo

Catania, 20 febbraio 2019 –  Un sit in dei lavoratori dell’AMT Catania spa, organizzato dalle sigle sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl e Faisa Cisal, si terrà VENERDÌ 22 febbraio 2019, dalle ore 12 alle ore 16, in piazza Università, in occasione di uno sciopero di quattro ore del personale dell’azienda partecipata comunale di trasporto pubblico locale.

 Le organizzazioni sindacali vogliono denunciare la critica situazione economico-finanziaria dell’AMT e la mancanza di garanzia per i lavoratori e i cittadini che usufruiscono del servizio, alla luce dei consequenziali tagli e ridimensionamento aziendale, dopo il silenzio e il disinteresse mostrato dall'amministrazione Pogliese alle nostre innumerevoli richieste di confronto sul futuro di AMT.

 «Silenzio e disinteresse – sottolineano i segretari provinciali Grasso (Filt Cgil), Torrisi (Fit Cisl), Bonaventura (Uiltrasporti), Scannella (Ugl) e Moschella (Faisa Cisal) – ai quali sono seguite le parole dell’assessore Bonaccorsi che, in Prefettura, ha affermato che non risulterebbe possibile assicurare la regolarità dei pagamenti dovuti all’AMT e la previsione dei futuri aspetti organizzativi del medesimo servizio, in mancanza del bilancio riequilibrato».

 «Ecco perché – continuano Grasso, Torrisi, Bonaventura, Scannella e Moschella – giovedì 22 febbraio tutti insieme saremo uniti allo sciopero di quattro ore, con il sit in, per dimostrare all'amministrazione comunale che i lavoratori sono uniti a tutela del proprio futuro, manifestando tutta la propria determinazione a difendere la propria azienda, partendo dallo sciopero del 22 febbraio e seguendo con lo sciopero di 4 ore per l’8 marzo, per poi passare tutti insieme a una prossima protesta più articolata di 8 ore con corteo in via Etnea».

di ienesicule Data: Mercoledi, 20 febbraio 2019

Articoli correlati

Amt Catania, denuncia Fast Confsal: "lavoratori allo sbando e azienda ...

"Comunicato stampa FAST Confsal di ieri 7 aprile.AMT DI CATANIA: LAVORATORI ALLO SBANDO E AZIENDA TUTTA DA RIFARE.La crisi che stanno vivendo tutte le Aziende del Tpl in Italia in ...

"Coronapsyco", "Colon"Nello Musumeci ne fa un'altra, Antonio Ferrante ...

«Il Presidente della Regione siciliana Nello Musumeci continua a sfornare provvedimenti restrittivi, senza un minimo di visione, coerenza e soprattutto utilità. Ades...