Liste e paradossi

MOTTA S.ANASTASIA, FESTA...DA FAVA AL CENTRO-DESTRA!

Politica   Sabato, 13 aprile 2019

UNO SGUARDO DISINCATATO ALLA LISTA DEL CANDIDATO DELLA SINISTRA “DURA E PURA”

“La rivoluzione in Italia non si può fare perché ci conosciamo tutti”: forse aveva davvero ragione Leo Longanesi. A guardare la politica siciliana, per non parlare di quella italiana, viene proprio da pensare che quella “freddura” del celebre polemista coglie nel segno.

A distanza di decenni. Succede, infatti, che a Motta Sant'Anastasia, comune della provincia di Catania si voti per il rinnovo del consiglio. A partecipare anche la lista di Danilo Festa, protagonista della battaglia contro la discarica al centro di anni e anni di scontri e polemiche nell'area fra lo stesso centro e Misterbianco. Non solo: Festa è politico che ha fatto della coerenza un “leit-motiv” delle sue campane elettorali, anche dentro quando era nel Pd.

Eppure, a leggere la lista di “Immagina”, che si appresta a condurre la battaglia per le elezioni, si nota una sorta di “colonizzazione” del centro-destra! Proprio così' la lista che fa riferimento a chi si è candidato nella lista “Cento Passi per la Sicilia” alle Regionali, insomma della “sinistra dura e pura” quella di Claudio Fava, è ricolma di persone che hanno una provenienza di centro-destra se non proprio di destra.

Insomma cosa ci fa Antonella Santagati nella lista di Festa? Si tratta di un candidato di estrazione di destra. Ma non è finita: venie da una storia di destra anche Matteo Gallone. Domenico Zuccarello, padre di Ivana Rosaria, anche lei in lista,è uomo di destra.

Ivan Pellegrino e Antonella Di Mauro hanno appoggiato alle scorse Regionali Alfio Papale di Forza Italia. Antonella di Mauro è altresì ottima amica di Nello Musumeci.

E che dire di Annalisa Puglisi, Carmelo Occhipinti e Mario Virgillito anche con loro con un'estrazione politica moderata (già nell'area ex Mpa-Articolo 4, poi pro Giuseppe Zitelli di Diventerà Bellissima alle Regionali)?

E non è finita perchè fra gli assessori designati c'è anche Angelo Di Dio, vicino all'avv. ed esponente già Mpa Gaetano Tafuri, come dire Raffaele Lombardo. Insomma, la “rivoluzione” della sinistra “dura e pura” sta per arrivare? O forse ha preso, quanto a coerenza....un “treno sbagliato”?

Iena Politica.

di iena politica Data: Sabato, 13 aprile 2019