redazionale a cura di ienesicule

VIVERE L A NATURA DALL'ALBA AL TRAMONTO AL “KALE'”

Cronaca   Lunedi, 8 luglio 2019

 

In un angolo di meraviglia nella terra più bella del mondo, un luogo per chi vuole conoscere il meglio della Sicilia

 

Noi siciliani abbiamo gioielli, ma troppo spesso non ce ne accorgiamo. Come, nel caso, del nostro patrimonio naturalistico. Ma, talora, c'è chi ci pensa e si da fare, magari partendo proprio da una bellezza naturale, magari un tramonto.

Il tramonto divide il giorno dalla notte, segna la fine di una giornata, che può essere stata brutta, bella o normale, ma che comunque non tornerà. Indica che dopo la notte, ci sarà un nuovo giorno (il futuro), tutto da scoprire, perché non sappiamo come sarà. Quasi tutti i tramonti sono molto belli.

Ma un fascino unico ha il riflesso del sole e la luce che fa: in particolare il riflesso che si viene a creare sul mare. La luce del tramonto si riflette sul mare dipingendolo di un rosso vivo, le onde s'infrangono lentamente sulla spiaggia in un moto continuo e instancabile, bagnando la riva con la sua spuma bianca. Là in lontananza, fin dove si perde l'occhio il mare e il cielo si fondono creando un unico sfondo. Il sole tinge il cielo di varie sfumature rosa, rosso giallo e arancio così come le nuvole e tutto diventa un quadro perfetto.

E perfetto è il quadro del “Kalè Beach Club”, una realtà imprenditoriale nata dal dinamismo di un gruppo di siciliani che si sono scommessi su un progetto che è partito quest'estate, dal 22 giugno scorso. Il luogo è incantevole: il “Kalè” è insediato in un gioiello naturale all'estrema punta della Sicilia Sud, in contrada Guardiana, a Portopalo di Capo Passero, di fronte all'Isola delle Correnti, in quella che i frequentatori della zona chiamano spiaggia di “Carratois”. In circa 350 metri quadrati, in una spiaggia con 70 ombrelloni, 140 lettini e quattro baldacchini vista mare, i turisti possono usufruire di ogni tipo di comfort per rendere quanto più piacevole soggiorno, dalle strutture strettamente ricettive a quelle ricreative, che compongono un quadro generale unico nel suo genere. Si passa, così, dagli spazi sulla spiaggia al risto/bar con piatti tipici della Sicilia, sino agli eventi, come quello in programma il 14 luglio prossimo quando si esibiranno i “Sikania”. Ma non solo: le giornate sono scandite da musica di sottofondo (che nel pomeriggio lascerà spazio al Dj set) in un'atmosfera magica legata all'ambientazione marina unica nel suo genere, in una zona, fra Portopalo e Marzameni che è meta di un flusso costante di turisti.

In linea con il progetto che ha messo in moto l'idea imprenditoriale, che vuole coniugare innovazione e ambiente, il “Kalè” è una struttura completamente amovibile e composta di materiali naturali, che tra l'altro mette da canto la plastica.

Con la medesima attenzione alla sostenibilità questo è il primo lido in Sicilia ad avere un sistema di smaltimento delle acque reflue chiamato “fitodepurazione con evapotraspirazione totale” il quale determina il totale abbattimento della carica patogena delle acque e la possibilità di riutilizzo dell’acqua depurata a scopi irrigui. Soluzione ecologica, che sarà attuata dal prossimo anno, a ridotto impatto ambientale, al problema dell’inquinamento derivante dallo smaltimento delle acque di scarico.

Insomma, iltramonto è in grado di far dimenticare le cose, magari anche le meno piacevoli, che ci sono successe nell'arco della giornata perché vengono rimpiazzate da ricordi ancora più antichi e piacevoli. L'impressione è che guardarlo da soli non è la stessa cosa di ammirarlo assieme una persona speciale. Non ci sarà mai più un giorno come quello trascorso, né alba, né tramonto.

 

Redazionale.

 











 



 

 



 

 

di ienesicule Data: Lunedi, 8 luglio 2019

Articoli correlati

E parlano di libera impresa! Cable Park di Acireale, Wake Surf Center ...

Acireale, 16 ottobre 2019 - Wake Surf Center SRL rompe il silenzio in merito alla vicenda che ha travolto la società e portato all'interruzione dei lavori del Cable Par...

“Università bandita”: dove eravamo rimasti? Riprendiamo da Giacomo Pig...

di iena marco pitrella (col concorso morale di marco benanti) Concorso dopo concorso dopo concorso dopo concorso torniamo a occuparci dei protagonisti, tutti chiarissimi, dell&rsq...