Rubrica: buona domenica: nota del vicepresidente del consiglio lanfranco zappalà

Il Disubbidiente

Politica   Domenica, 1 settembre 2019

Pubblichiamo una nota del vicepresidente del consiglio comunale di Catania Lanfranco Zappalà. Che va controcorrente rispetto al suo partito, il Pd, e rispetto all'alleanza con il M5s. Ecco cosa scrive:

...."Il Grande Errore "....

Ho aspettato in silenzio l'esito di questo accordo con amarezza e delusione. Dico ciò, perché molti sanno che mi sono battuto in tutti questi anni contro chi ha tentato di cancellarci dalla storia, contro chi ci dipingeva mafiosi, ladri, corrotti, contro chi creava solo odio, invidie, mettendo gli uni contro gli altri. Come Vice Presidente del Consiglio dovrei fare salti di gioia nel sapere di essere oggi al Governo...invece non è cosi. Non sono un politico nato ieri, ho vissuto ed appreso dalla politica che esistono valori, idee, così come il rispetto verso chi la pensa diversamente, ma soprattutto ho imparato che il linguaggio verso l' avversario deve essere sempre rispettoso e mai rissoso senza andare oltre.

Mai (come oggi) ho assistito ad uno squallore nei modi e nei metodi...mai la politica é scesa così in basso . Ho sempre odiato quel populismo di chi punta il dito contro gli altri dicendo che lui è il migliore, chi denigra, chi insulta senza conoscere e senza sapere , ma solo per il gusto di andare contro gli altri. Come uomo appartenente al Pd sono deluso di questo accordo. Lo dico con dispiacere, con sincerità e senza riserva alcuna. So bene che in politica tutto puo' accadere e posso capire che non si può andare sempre ad elezioni, la costituzione impone che se un governo fallisce occorre necessariamente tentare di formarne uno nuovo , e quindi posso anche comprendere che la politica debba superare barricate, anche ideologie, e che altre forze politiche possano unirsi per completare l'iter governativo ...ma ciò  che non posso accettare è andare a braccetto con chi per tanto anni ha detto di noi di tutto e di più. il m5 è cresciuto alle nostre spalle nella maniera più becera e schifosa.

Ho già subito una violenza simile come siciliano, vedere LA LEGA essere premiata al Sud (come se avessimo rimosso tutto) e spero che meridionali possano ricordare il grande errore fatto ...ma quando a scegliere la linea politica in un momento difficile è il mio partito ...allora mi sento libero nelle doppie vesti prima come uomo della strada, e poi come politico, dire ciò che penso. Hanno sbagliato, il mio partito non doveva unirsi con nessuno. Il governo é decaduto ed occorreva andare subito al voto.

Non mi interessa se Salvini avesse preso il volo o no, é il popolo che decide ed è a loro che bisognava affidarsi, in certi casi bisogna anche avere anche il coraggio di scommettersi anche se avessimo perso. Io penso che così abbiamo già perso la nostra dignità...oggi chiunque può venire ad insultarci, sputarci in faccia... tanto sanno che siamo disposti a perdonare chiunque e sempre. No mi dispiace, non l' accetto questo metodo, io posso fare le alleanze (per il bene dell'Italia) con chi, pur avendo idea diverse, non è mai sceso a livelli penosi così come ha fatto il M5.

Ma con loro, lo dico a caratteri cubitali:NOI NON DOVEVAMO UNIRICI. (Loro non cambieranno mai). Ovviamente io sarò un piccolo granello di sabbia nel panorama romano ...ma nella mia città Catania, vi assicuro che nessun accordo o inciucio si farà (almeno fino a quando ci sarò io). Resterò in opposizione, voterò seconda coscienza le cose giuste , così come le cose sbagliate cercherò di frenarle, con i colleghi consiglieri del M5 avrò un comportamento cordiale, corretto, nelle commissioni, così come nel Consiglio...ma non seguirò l"accordo politico che a livello nazionale sta per nascere.

Starò al mio posto, con le mie idee , i miei principi e le mie convinzioni. Dialogherò con chi vuole il bene della Città e non tradirò mai quanto di nobile la politica mi ha insegnato, i valori morali, i valori umani, i valori della libertà di parola e sopratutto di pensiero. Già la politica ha perso la sua credibilità da tempo...in più ci ci mettiamo una politica confusionaria...è ovvio che la gente non crede più ne alla politica, ne agli uomini che la compongono.

Spero tanto di sbagliarmi in ciò che ho detto... se così fosse , non avrei alcun problema nel chiedere un giorno delle scuse (evidentemente ci sarà sempre da imparare) ma se le mie previsioni fossero giuste ...ci servira' tanto di quel tempo nel rimboccarsi le maniche, ricominciare da zero chiedendo scusa alla gente per aver fatto un accordo assurdo inspiegabile ed incomprensibile. A danno avvenuto è difficile leggere la scatola nera...per vedere se si e 'trattato di un errore umano che si poteva evitare o di circostanze inevitabili.

Lanfranco.

di ienesicule Data: Domenica, 1 settembre 2019

Articoli correlati

Catania Trombona: liturgie antifasciste

di Marco Iacona Semu tutti antifascisti, tutti? Cittadini, evviva Porta San Paolo. Catania la bulla, ospita un festival del libro e della cultura e lo dedica – se gli organi...

Comitato festeggiamenti agatini: finisce l' "Era Marano-Bianco". Noi l...

Ricordate? Ne abbiamo scritto in diverse occasioni, vedi link https://www.ienesiciliane.it/articolo.php?aid=6703 qui sotto un passaggio dell'articolo "...Al suo posto spicca...