“IO PROPRIO IO, L’ANTIMAFIOSO”


Pubblicato il 22 Novembre 2021

di iena anti antimafiosa marco benanti

S’avanza un nuovo tipo umano. E’ democratico. E’ progressista. E’ senza paura. E anche senza macchia. Ha un suo vocabolario, o meglio un frasario:

“inquietante”; “mi attaccano”; “i Poteri Forti mi ostacolano”; “sono solidale” (ma anche in carriera); “manovre occulte dei servizi deviati”; “la massoneria manovra”; “il Pm coraggioso”; “la Magistratura al servizio del cittadino”; “quell’articolo lancia messaggi”; “vogliono fare tornare il vecchio”; “l’impegno civile prima di tutto”; “mantenere alta l’attenzione”; “la lotta continua”. E tanto altro ancora: accorato, legalitario, appassionato, continente. Insomma, sembra vero.

AMAFIOSO: Buongiorno antimafioso come va?

ANTIMAFIOSO: Guardi, siamo impegnati in prima fila. L’altro giorno, al convegno, eravamo tutti in fila. E ci siamo detti un sacco di cose. Eravamo tutti d’accordo…

AMAFIOSO: Insomma, un po’ come in caserma…

ANTIMAFIOSO: Beh, non proprio. In caserma ogni tanto si dissente. Da noi siamo sempre un coro. Un coro laico. Di consenso.

AMAFIOSO: Ci spiega meglio?

ANTIMAFIOSO: Il meccanismo è per menti raffinatissime come le nostre. Ogni tanto, parte un comando dall’alto, da QUELLI CHE SANNO. E noi…

AMAFIOSO: E voi?

ANTIMAFIOSO: E noi copiamo. All’unisono.

AMAFIOSO: Tipo?

ANTIMAFIOSO: Un pentito è stato deciso che non va bene. E allora tutti dalla stessa parte. Ha presente il gregge? Quando sei nel gregge giusto, mica significa stare nel gregge.

AMAFIOSO: Altro esempio?

ANTIMAFIOSO: Chessò, una figura, mai eccelsa, deceduta…

AMAFIOSO: Che succede?

ANTIMAFIOSO: Lo facciamo diventare uno di noi. Insomma, quella figura va sistemata

AMAFIOSO: Per le feste?

ANTIMAFIOSO: Nooo, noi certe cose le facciamo in modo continente. E collettivo. Basta parlarne in generale. Senza entrare troppo nel merito. Rendendolo funzionale alle nostre strategie, chessò un salto di carriera o altro….

Ma quando sistemiamo qualcuno è sempre con considerazioni e ricordi parziali, non si sa mai, che poi magari potrebbe venire fuori qualche verità…”

AMAFIOSO: Notevole. E molto corretto. E se qualcosa va male?

ANTIMAFIOSO: Ma, niente. Se troviamo in mezzo ai piedi qualche giornalista, pardon qualche renitente agli ordini, basta evocare querele o simili…

AMAFIOSO: Ma il convegno antimafia e in difesa della libera stampa?

ANTIMAFIOSO: Vero, ma quello non è un problema. Anche lì, un breve intervento in difesa della libertà e poi dieci minuti dopo la querela è pronta. Magari, poi anche ci vuole altro: un colloquio con l’amico piemme, a cui spiego due o tre cose sul reprobo? Mai dire mai. Tutto fa brodo, mica solo le galline.

AMAFIOSO: Non ci credo. E’ uno scherzo. Comunque, grazie.

ANTIMAFIOSO: Prego. Ora mi scusi, ma se non mi attivo mi si rovina la spilletta della divisa.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

1 min

Iena comunista. “Compagno” Enrico, nell’ultimo post ti sei superato. Oltre 700 parole e più di 4500 battute. E un linguaggio che sembra quasi una “memoria difensiva”. Mi chiedo: ma questo amore “incondizionato” per Catania come mai non lo hai mai esternato e messo in atto nel passato? Eppure hai vissuto a Catania. Anche da semplice […]

2 min

Iena comunista “Compagno” Enrico, noto che la tua voglia di comunicare attraverso Facebook è costante. Ho letto il tuo ultimo post sulla visita al Monastero dei Benedettini. Hai usato 313 parole per un totale di oltre 2000 battute. Scrivere un testo del genere, per quanto tu possa essere estremamente abile, richiede del tempo. Sarei molto […]

3 min

Percorsi e strategie per fare applicare il d.l. 124/1998, una legge “dimenticata”  Nella foto, da sin. Ferrara, Aquilone, Giuliano, Attanasio. Catania, 27 maggio 2024 – Un vademecum con 20 domande/risposte, uno sportello-ascolto e un team di volontari. Obiettivo: far valere i diritti dei pazienti contro i ritardi nelle prestazioni sanitarie e le lunghe liste d’attesa e fare […]

7 min

riceviamo e pubblichiamo: ABBATTIMENTO LISTE DI ATTESA IN FARMACIA – SCELTA SBAGLIATA CHE NON TUTELA IL PAZIENTE: IL FARMACISTA NON HA STUDIATO MEDICINA – DURISSIMA PRESA DI POSIZIONE DA PARTE DEL CIMEST Durissima presa di posizione da parte dei vertici del Cimest (Coordinamento Intersindacale Medicina Specialistica di Territorio) presidente Salvatore Calvaruso e coordinatori Domenico Garbo […]