UN’OTTIMA ALFA “FERMATA A CATANZARO”


Pubblicato il 27 Maggio 2024

Nella decisiva partita per la promozione in Serie B, il quintetto rossazzurro esce dal parquet a testa altissima. Punteggio finale 79-72 per i giallorossi di casa

 BASKET ACADEMY CATANZARO                      79

ALFA BASKET CATANIA                                      72

Basket Academy Catanzaro: R. Corapi 3,Madella 5, Canestrari 9, Dmitrovic 8, Chiarella, Casareale 7, M. Corapi ne, Foure ne, Agosto, Sabbatino 18, Sipovac 18, Perez Da Rold 11. All. Procopio.

Alfa Basket Catania: Bergamo 2, Esposito, Virgillito, Arena 3, Longo ne, Torrisi ne, Budrys 12, G. Signorino 2, Patanè 19, Pennisi 13, Pappalardo 3, Abramo 18. All. Di Masi.

Arbitri: Loccisano di Cosenza e Gerardis di Reggio Calabria.

Parziali: 12-16, 33-39, 57-55.

L’Alfa Basket Catania esce dal parquet a testa altissima. Dopo aver dato tutto per 40 minuti. Solo applausi dallo spicchio di tribuna gremito dai “caldi” tifosi rossazzurri per la squadra catanese. Al suono della sirena Catanzaro festeggia la promozione in Serie B; gli alfisti salutano il pubblico catanese e fanno rientro negli spogliatoi ancor più orgogliosi di indossare la casacca rossazzurra e di essere “alfisti” nell’anima e nel cuore.

“Bravi i nostri ragazzi – afferma Nico Torrisi, presidente dell’Alfa Basket Catania -. Grazie e bravi a fare un gran campionato, ad arrivare in finale contro una squadra forte cui vanno i nostri complimenti, a portare al palazzetto bambini e famiglie e facendosi seguire con passione anche in trasferta. Bravi anche a non lamentarsi in campo per scelte molto discutibili, figlie di chi non ha manifestato alcun rispetto dei valori sportivi. Ci rifaremo, forza Alfa”.

Gara 3 della finale playoff è stata vinta dai giallorossi di coach Procopio con il punteggio di 79-72. Incontro combattuto, intenso con la squadra allenata dal tecnico Davide Di Masi che parte bene e chiude in vantaggio i primi due parziali per 16-12 e per 39-33. I rossazzurri arrivano anche ad un massimo vantaggio di + 10 nel terzo parziale. Dopo comincia tutta un’altra partita.

Catanzaro spinge con decisione trascinato da un tifo incessante. Gli arbitri Loccisano di Cosenza e Gerardis di Reggio Calabria (strana designazione per una finale giocata proprio in Calabria. E l’imparzialità dov’è?) penalizzano pesantemente gli ospiti con continui e dubbi fischi mandando tantissime volte ai tiri liberi la squadra catanzarese. Sul + 10 ogni azione, ogni attacco al ferro dei giallorossi, ogni contatto è un fallo contro l’Alfa. La squadra catanese non riesce più a giocare. Dunque, sorpasso dei giallorossi alla fine del terzo quarto di gioco (57-55 il parziale). Nell’ultimo periodo, l’Alfa si avvicina nel punteggio e lotta con il cuore su ogni palla, ma Catanzaro resiste e conquista la vittoria. Mvp della partita l’alfista Gabriele Patanè con 19 punti realizzati. La stagione finisce qui. In casa Alfa Basket Catania la consapevolezza di essere tra le più belle ed importanti realtà del panorama cestistico siciliano.

Cuore, orgoglio, senso di appartenenza ci rendono oggi ancor più forti.

Si ripartirà con determinazione e con la voglia di continuare a praticare basket di alto livello e di portare sempre più famiglie e bambini nel nostro Leonardo Da Vinci.  


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

3 min

di iena controrivoluzionaria Marco Benanti. Sulla scia dei successi (c’è chi giura di averli visti, magari di notte, più probabilmente sulle cronache de “La Sicilia”) del primo anno da sindaco di Catania, sarebbero già partite le consultazioni per un ulteriore cambio di passo a Palazzo degli Elefanti. Anche se secondo taluni non ce ne sarebbe […]

1 min

comunicato stampa dalla questura Catania – dalle prime ore di questa mattina, circa 100 operatori della Polizia di Stato sono impegnati nell’esecuzione di un’ordinanza con cui il Giudice per le Indagini Preliminari presso il locale Tribunale, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia etnea, ha disposto misure cautelari personali nei confronti di 13 soggetti a vario […]

2 min

Servono presìdi fissi delle forze dell’Ordine con protocolli chiari di intervento Oggi mercoledì 19, a partire dalle 10, i sindacalisti della FP Cgil allestiranno un banchetto di informazione al blocco F2 dell’ospedale Cannizzaro per avviare la campagna “Stop! Alle aggressioni al personale sanitario e socio- sanitario”. L’iniziativa parte dal nosocomio di via Messina a seguito dell’ennesima, […]