Aree di sgambamento cani a Catania nel degrado più assoluto, la denuncia del Partito Animalista


Le aree di sgambamento cani a Catania versano in uno stato di degrado e abbandono. Lo denuncia il Partito Animalista Italiano che raccoglie il grido di allarme disperato di tanti padroni di cani che ormai non sanno più a chi rivolgersi. Aree di sgambamento cani inaugurate qualche anno fa in pompa magna, come quelle di piazzale Candido Cannavò e quella del Parco Gioeni, che a causa di mancati interventi di pulizia e manutenzione versano in condizioni pessime.

Le reti di recinzione sono bucate e in alcuni casi rattoppate alla meno peggio dagli stessi proprietari dei cani, manca l’acqua e non vi è più la divisione tra cani di piccola taglia e molossi.

‹‹E’ davvero scandaloso vedere le condizioni in cui versano alcune aree di sgambamento cani a Catania. – ha detto Patrick Battipaglia, dirigente regionale del partito Animalista Italiano – In molti ci hanno segnalato che, in più di una occasione, diversi cani sono riusciti a scappare dai buchi della recinzione. Ci sono rifiuti ovunque. Da anni non viene effettuata la manutenzione. I rubinetti sono rotti o, comunque, non c’è acqua. In tanti hanno fatto segnalazioni anche via pec al comune di Catania ma, senza risposte. C’è un vero e proprio rimpallo di responsabilità tra i vari uffici del comune. – prosegue Patrick Battipaglia – E’ il momento che il comune di Catania si assuma le sue responsabilità. Chi non ha rispetto per gli animali come può pensare di averne verso gli uomini? Come Partito Animalista Italiano – conclude Patrick Battipaglia – siamo pronti a verificare se vi siano responsabilità penali da parte di qualcuno››.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

1 min

L’Alfa Basket Catania è decisa a ripartire. L’imperativo in casa rossazzurra èdimenticare lo scivolone di Reggio Calabria contro la Dierre. L’occasione per tornare al successo arriva oggi pomeriggio. Al Leonardo Da Vinci, davanti ad i propri tifosi, la squadra di coach Davide Di Masi dovrà dimostrare, che la sconfitta di domenica scorsa è stata solo un […]