Catania, ruspe e tecnici comunali in azione nell’Oasi del Simeto per demolire gli immobili abusivi


Pubblicato il 07 Agosto 2012

di iena cataneseRaffaele Stancanelli non si ferma più e così dopo lo sgombero coatto di palazzo Bernini, oggi è stato il turno delle costruzioni abusive realizzate nel tempo all’interno dell’Oasi del Simeto. Stamani sono nuovamente entrati in azione i tecnici comunali e le ruspe per demolire gli immobili realizzati abusivamente. Stancanelli era lì in prima linea dalle nove del mattino in poi.Le costruzioni si trovano all’interno del popoloso quartiere catanese “San Giuseppe La Rena” e, lo ricordiamo ai lettori, gli immobili sono stati edificati in un’area, l’Oasi del Simeto, sulla quale insiste un vincolo di inedificabilità assoluta, ossia l’abuso è assolutamente insanabile e la demolizione, sanzione accessoria alla condanna per abusivismo edilizio, è un atto dovuto da parte del Comune qualora non ottemperi spontaneamente l’autore dell’illecito.Il Comune di Catania è uno dei primi enti locali siciliani a ottemperare autonomamente alle disposizioni legge, d’intesa con la Procura della Repubblica di Catania. Il Comune è intervenuto con proprie risorse e successivamente porrà a carico dei responsabili le spese sostenute per la demolizione e lo smaltimento degli inerti.Soddisfazione ha espresso il sindaco Raffaele Stancanelli: “Sulle demolizioni troppe remore in passato hanno bloccato gli interventi delle amministrazioni locali che invece sono obbligatori per legge, come la Procura ha fatto giustamente rilevare. E’ un’operazione che ha costi economici non indifferenti ma che tra i primi realizziamo e che nei limiti delle nostre disponibilità di bilancio intendiamo portare avanti con determinazione perché anche in questo campo la legalità a Catania non può sottostare a ulteriori ritardi”.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

1 min

leggo di una multa nei tuoi confronti per aver violato il codice della strada. Apprendo anche della pubblicazione della ricevuta che attesta il pagamento del verbale. Resta evidente e imbarazzante la violazione del codice. Caro compagno Enrico, predichi bene ma razzoli male. Come primo cittadino dovresti dare sempre l’esempio. Dare l’esempio significa rispettare le regole […]

3 min

“Difficoltà di accesso alle cure mediche pubbliche tra liste di attesa con tempi biblici e lunghissime trafile per prenotare visite o altri tipi di servizi che non saranno espletati prima di svariati mesi, se non nell’anno successivo. Una situazione drammatica che devono affrontare migliaia di persone costrette sempre più spesso a ricorrere alle prestazioni offerte […]

1 min

Iena Puntese Tutti ne parlano, ma nessuno lo dice ufficialmente. San Giovanni La Punta è in dissesto finanziario. Il comune etneo sarebbe già alla paralisi e alcuni servizi sarebbero già stati tagliati. E i problemi investirebbero anche la Multiservizi puntese. Le voci circolano da tempo e la conferma sarebbe arrivata anche durante l’ultimo consiglio comunale. […]

3 min

FILCAMSCGIL di Catania e Caltagirone Comunicato stampaOttimax Italia SpA del Gruppo Bricofer è stata condannata per condotta antisindacale e alle spese legali. Sedici lavoratori iscritti alla Cgil di Catania avevano rifiutato il trasferimento al Nord Italia. Foti (Filcams Cgil CT): “Una sentenza storica. ———— La Ottimax Italia SpA del Gruppo Bricofer è stata condannata per condotta antisindacale nei […]