Diritto di replica: ci scrive il sindaco (sospeso) Salvo Pogliese


Pubblicato il 25 Febbraio 2022

Riceviamo e pubblichiamo:

“Egregio Direttore,

in relazione all’articolo pubblicato a firma del signor Luca Allegra, tessera Indians n° 347, con relativa “sciarpa incriminata”, mi preme sottolineare alcune cose, a tutela della mia onorabilità e nel rispetto delle vicende del Calcio Catania e dei suoi tifosi.

Il sottoscritto, quando era ancora nelle piene funzioni di Sindaco, ha incontrato legittimamente tutti coloro i quali mostrassero interesse per il Calcio Catania, spesso su loro richiesta.

Tutte le altre fantasiose illazioni del signor Allegra rientrano nell’ambito del suo pregiudizio ossessivo-compulsivo, personale e politico, nei miei confronti e nei confronti di altri soggetti da lui citati, oltre che nei confronti di una fantomatica “destra” all’interno della quale infila tutto e il contrario di tutto, a scopo meramente denigratorio. Forse persino l’Onorevole Vullo, già esponente del PD, spesso fotografato allo stadio insieme a Mancini, sarebbe in procinto di diventare sovranista?

Parlo di pregiudizi perché non si tratta, è di tutta evidenza, di un articolo giornalistico, visto l’abbondante e a tratti divertente utilizzo di “starebbe”, “circola con insistenza la voce”, “qualcuno ci ha raccontato”.

Ogni persona che incontro per strada, in perfetto stile catanese, mi illustra ogni mattina una teoria diversa sul Calcio Catania, sempre più fantasiosa: sarà mia premura presentarli tutti al signor Allegra, perché ne faccia fonti attendibili, come suo stile.

Provando a restare seri, però, trovo molto grave, e triste, che a poche ore da possibili offerte per il Calcio Catania si accreditino tesi precostituite relative a complotti di natura politica volti ad acquisire il ramo sportivo dell’azienda.

Sarà il Tribunale, come tutti sanno, a vagliare eventuali offerte e la loro attendibilità o solidità, e il mio augurio da tifoso è che la prima realtà calcistica cittadina non sparisca e possa essere affidata in buone mani.

Tutto qui.

Fermo restando che il sottoscritto, meno che mai adesso in una fase di sospensione dalle funzioni di Primo Cittadino, non può, non vuole e non ha mai ambito minimamente a costituire o favorire alcuna cordata.

È una follia solo pensarlo.

Sono orgogliosamente un tifoso del Catania prima di tutto, abbonato dal 1986 e che lo ha seguito con passione senza fare distinzione tra un campo polveroso di Eccellenza o il prato di San Siro, anche se il signor Allegra lo considera, chissà perché, quasi un fattore negativo; ho messo mano al portafoglio, come molti Catanesi, quando è stato chiesto aiuto, mentre altri pontificavano e pontificano sui “si dice” e inventano fantasiose ricostruzioni a mezzo stampa.

Ai Catanesi il compito di stabilire quale atteggiamento sia più serio.

Salvo Pogliese.”

 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

3 min

di iena controrivoluzionaria Marco Benanti. Sulla scia dei successi (c’è chi giura di averli visti, magari di notte, più probabilmente sulle cronache de “La Sicilia”) del primo anno da sindaco di Catania, sarebbero già partite le consultazioni per un ulteriore cambio di passo a Palazzo degli Elefanti. Anche se secondo taluni non ce ne sarebbe […]

1 min

comunicato stampa dalla questura Catania – dalle prime ore di questa mattina, circa 100 operatori della Polizia di Stato sono impegnati nell’esecuzione di un’ordinanza con cui il Giudice per le Indagini Preliminari presso il locale Tribunale, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia etnea, ha disposto misure cautelari personali nei confronti di 13 soggetti a vario […]

2 min

Servono presìdi fissi delle forze dell’Ordine con protocolli chiari di intervento Oggi mercoledì 19, a partire dalle 10, i sindacalisti della FP Cgil allestiranno un banchetto di informazione al blocco F2 dell’ospedale Cannizzaro per avviare la campagna “Stop! Alle aggressioni al personale sanitario e socio- sanitario”. L’iniziativa parte dal nosocomio di via Messina a seguito dell’ennesima, […]