San Giovanni La Punta, quando la pezza è peggio del buco


Pubblicato il 07 Giugno 2024

Nei giorni scorsi abbiamo parlato di una “anomala” attività sociale, culturale, sportiva e di intrattenimento svolta all’interno di un comitato elettorale. Nello specifico l’organizzazione di corsi, mostre, incontri sociali, balli e canti. Iniziative pubblicizzate su facebook e rivolte a tutti i puntesi.

Ma ora scopriamo che non si tratta di attività pubbliche, ma di iniziative private riservate agli iscritti di un partito politico. Insomma: riservate solo ai tesserati. Facciamo osservare che le regole valgono anche per le attività private e sono sempre necessarie tutte le autorizzazioni, oltre agli adempimenti previsti. L’interrogativo rimane: i locali sono idonei a svolgere queste attività? I recenti controlli dei vigili urbani cosa hanno riscontrato?

Altra questione: l’organizzatore delle attività, esponente di Forza Italia, partito che sostiene l’attuale amministrazione sin dall’insediamento, dice che il paese è spento e che questo genere di iniziative puntano a rivitalizzare la comunità. Ci permettiamo di far notare che queste cose avrebbe dovuto e dovrebbe organizzarle l’amministrazione e Forza Italia ha tutti gli strumenti per pungolare il sindaco e la giunta di cui fa parte. Le parole usate dall’organizzatore, che è anche esponente di Forza Italia, bocciano in toto l’operato dell’amministrazione.

Ma c’è di più: boccia anche il ruolo svolto da Forza Italia, sostanzialmente complice delle mancate scelte di sindaco e giunta. Strano che noti questo dopo 9 anni. Ma Il motivo vero di tutto questo attivismo è un altro: Forza Italia sta tentando una fuga in avanti in vista delle elezioni comunali del 2025, tant’è che da tempo gira voce che subito dopo le europee uscirà dalla maggioranza.

E in paese girano poi tante voci che riguardano gli anziani soli che sarebbero, secondo queste ipotesi, diventati oggetto di strane attenzioni. Ma questa è un’altra storia. Una storia di cui tutti parlano e si interrogano. E che andrebbe approfondita.

Tornando al punto: ci auguriamo che l’amministrazione, attraverso i vigili urbani, verifichi il rispetto delle regole, delle autorizzazioni e soprattutto delle condizioni di sicurezza. E nel contempo approfondisca alcune questioni che sono sulla bocca di tutti.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

3 min

di iena controrivoluzionaria Marco Benanti. Sulla scia dei successi (c’è chi giura di averli visti, magari di notte, più probabilmente sulle cronache de “La Sicilia”) del primo anno da sindaco di Catania, sarebbero già partite le consultazioni per un ulteriore cambio di passo a Palazzo degli Elefanti. Anche se secondo taluni non ce ne sarebbe […]

1 min

comunicato stampa dalla questura Catania – dalle prime ore di questa mattina, circa 100 operatori della Polizia di Stato sono impegnati nell’esecuzione di un’ordinanza con cui il Giudice per le Indagini Preliminari presso il locale Tribunale, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia etnea, ha disposto misure cautelari personali nei confronti di 13 soggetti a vario […]

2 min

Servono presìdi fissi delle forze dell’Ordine con protocolli chiari di intervento Oggi mercoledì 19, a partire dalle 10, i sindacalisti della FP Cgil allestiranno un banchetto di informazione al blocco F2 dell’ospedale Cannizzaro per avviare la campagna “Stop! Alle aggressioni al personale sanitario e socio- sanitario”. L’iniziativa parte dal nosocomio di via Messina a seguito dell’ennesima, […]