“Terremoto in Emilia, nessun collegamento con la Sicilia”, BlogSicilia intervista Patanè, direttore Ingv di Catania


Pubblicato il 30 Maggio 2012

di iena antisismica

Continua senza tregua lo sciame sismico in Emilia Romagna che ha causato già molte vittime e centinaia di crolli. Il forte terremoto di questa mattina è stato avvertito in moltissime città del Nord. Ora l’apprensione contagia anche il Sud e in particolare la Sicilia terra da sempre ad alto rischio sismico.

BlogSicilia ha sentito il parere di Domenico Patanè, dirigente di ricerca e Direttore della Sezione di Catania dell’Ingv. “L’attività sismica che sta investendo l’Emilia e in particolare la città di Modena -ha dichiarato il dirigente- è localizzata ed è legata ad un meccanismo di compressione. Non c’è un collegamento con la nostra isola anche se è noto a tutti che il Sud e in particolare la Sicilia e la Calabria sono zone ad alto rischio, per cui un fenomeno di una certa energia potrebbe svilupparsi in qualsiasi momento”.

Il direttore dell’Ingv di Catania è scettico sulla previdibilità di questi nefasti accadimenti: “Gli studi sulle previsioni sono ancora sperimentali. Il terremoto in Emilia era stato previsto dal professore Panza, ma da marzo a ottobre, un periodo di tempo troppo ampio che rende impossibile una eventuale evacuazione anticipata”.

Lo studioso dà la sua ricetta per ridurre le conseguenze negative dei terremoti: “Invece di cercare di prevederli, da molto tempo sostengo che le amministrazioni locali e il governo dovrebbero adottare una politica per cercare di rinforzare il nostro patrimonio edilizio che al momento è molto carente. Non dobbiamo perdere la memoria e dimenticarci i fatti accaduti a L’Aquila. La ricostruzione che è stata fatta nel capoluogo abruzzese non basta. In tutte le aree a rischio, Sicilia compresa, dovrebbe esserci un intervento per risanare il nostro fragile patrimonio edilizio. In più -conclude- si innescherebbe un meccanismo che potrebbe portare alla crescita economica e alla creazione di posti di lavoro”.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

2 min

di iena delle tre carte marco benanti. Ne avevamo scritto di recente https://www.ienesiciliane.it/corso-dei-martiri-in-esclusiva-la-rivoluzione-targata-amministrazione-e-t/ descrivendo una situazione già imbarazzante, che non prometteva nulla. E, infatti, le “ultime” in tema raccontano che il sindaco Trantino ha spiegato durante il “tè coi biscotti” da Michele Cucuzza che i proprietari delle aree hanno risposto alla sua diffida, ma lui […]

2 min

“Escalation irrefrenabile, in Italia oltre quattro episodi al giorno: situazione allarmante anche in Sicilia”. I segretari nazionali Toni Megna e Igor Tullio: “Allo studio iniziative per garantire sostegno e tutele al personale in divisa” “In Italia è in atto una grave delegittimazione dell’operato delle Forze dell’Ordine, congiuntamente all’utilizzo di un linguaggio intriso di odio che […]

1 min

Matas Budrys, ieri per lui 27 punti (Foto di Romano Lazzara) NUOVA PALL. MARSALA 70 ALFA BASKET CATANIA 78 Marsala: Cucchiara 7, Linares 13, Dancetovic 7, Genovese 12, Tamulis 12, Abrignani 2, Gentile 1, Donato 2, Parisi, Frisella 14, Chen, Grazioso. All: Grillo. Alfa: Virgillito ne, Arena 4, Longo ne, Torrisi, Budrys 27, Bergamo 18, […]

1 min

IENA CON IL FAZZOLETTO “Non avevo alcun dubbio! Ma adesso, finalmente, si può festeggiare!!!” “firmato” sul web da Salvo Pogliese. Che ha commentato con evidente gaudio la decisione della Corte d’Appello che ha dato ragione a Dario Daidone (vedi link) Apriti cielo! Carmelo Nicotra ha commentato, con tono severo: “C’è un inizio e una fine […]