Ugl Catania, celebrato il congresso provinciale della federazione Comunicazioni. L’uscente Simone Summa confermato segretario dall’assise presieduta dal segretario nazionale Muscarella


Pubblicato il 28 Maggio 2023

L’assemblea della federazione Ugl Comunicazioni, che si è riunita ieri mattina nella sala conferenze de “Le Palme beach club” di Catania per il congresso provinciale, ha confermato nella carica di segretario l’uscente Simone Summa. Tutto come previsto, dunque per un’assise caratterizzata da numerosi interventi da parte degli ospiti e dei delegati, che hanno contribuito ad arricchire il confronto sul futuro del sindacato ed anche struttura di categoria che nella città etnea conta numerosi iscritti. Particolarmente gradita è stata la visita del presidente dell’Assemblea regionale siciliana Gaetano Galvagno che, ad apertura dei lavori, subito dopo la relazione di Summa è intervenuto per ribadire l’impegno del Parlamento siciliano ad ascoltare le istanze dei lavoratori ed operare in sinergia con il sindacato per affrontare i temi attuali del lavoro e dello sviluppo. Il segretario territoriale Giovanni Musumeci ha invece portato i saluti della Ugl catanese, esaltando il valore dei congressi di base che si sono svolti ed hanno garantito la massima partecipazione degli iscritti, mentre i segretari provinciali della Ugl Angelo Mazzeo, Giuseppe D’Amico, Carmelo Giuffrida ed Uccio Lauricella sono intervenuti in rappresentanza delle rispettive federazioni Metalmeccanici, Igiene ambientale, Chimici. Trasporto aereo e Viabilità e logistica. A prendere la parola sono stati anche diversi tra segretari e dirigenti sindacali provenienti dalle altre province isolane, come Antonino Cascio e Marcello Mandreucci, Palma Rizzo (Palermo), Roberta Garofalo (Messina), Danilo Faraci (Siracusa) e Salvatore Nicosia (Enna), oltre ai neo eletti componenti della rappresentanza sindacale di Poste Italiane a Catania e provincia Luigi La Rosa, Domenico Moncada e Michele Sorbera. Appassionato è stato anche il discorso pronunciato dal segretario regionale del comparto Poste Giuseppe Arancio, che ha ricordato le svariate iniziative intraprese in questi anni sull’intero territorio siciliano, nonché la sinergia che si è venuta a creare con la realtà di Catania. Nella sua relazione, Summa si è invece soffermato su ciò che è stato fatto dalla Ugl Comunicazioni sin da quando, con l’avvento del reggente Mario Crisà che ha contribuito a rilanciare la federazione a Catania, il gruppo si è consolidato ed è cresciuto sensibilmente soprattutto in un contesto sindacalmente non semplice come Poste italiane, dove alle ultime elezioni Rsu la Ugl ha ottenuto un incremento di risultato soddisfacente. Sono sempre tante, però, le problematiche che caratterizzano il settore e tra queste lo stesso segretario si è voluto concentrare sui mutamenti del sistema postale dovuti alla globalizzazione, in particolar modo quelli relativi alle spedizioni e alla divisione finanziaria. Tutti fattori che hanno mutato il ruolo dei lavoratori, con il sindacato che non si è mai fatto trovare impreparato di fronte a questa sfida che si è fatta più dura con l’avvento del Covid-19. Argomenti che sono stati poi ripresi anche dal segretario generale della federazione Salvatore Muscarella, impegnato pure nel ruolo di presidente dell’assemblea, che ha prima ringraziato la squadra della Ugl Comunicazioni catanese per l’impegno quotidiano e poi snocciolato tutta una lunga serie di riflessioni sul futuro della categoria anche alla luce delle sfide tecnologiche che investono il mondo dei servizi di comunicazione in Italia, a partire dall’intelligenza artificiale. Infine, insieme alla proclamazione del segretario eletto, è stata comunicata anche la formazione del nuovo direttivo con i dirigenti sindacali Giovanni Gulizia, Emanuele Morfino, Antonio Cappellano, Ida Scollo, Concetta Urso, Vincenzo La Barbera, Angelo Brigante, Mariagrazia Fazio, Giuseppe Filia e Graziella Rapisardi. 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

2 min

Riceviamo e pubblichiamo. Egregio (si fa per dire) direttore di Ienesicule, malgrado la vostra presenza mediatica, contrassegnata dalla pervicace volontà di colpire una delle migliori Amministrazioni che la Città di Catania abbia mai avuto, le cose per la Nostra Città stanno andando sempre meglio. Non avrei mai voluto scrivere a gente come voi, gente che […]

1 min

“Il Reddito di cittadinanza funzionava alla grande per dare una mano agli ultimi. E questa volta non sono i contiani o altre fonti, pur autorevolissime, a riconoscerlo, ma è lo stesso governo nazionale. Lo dice, come riporta oggi Repubblica, la relazione sulla povertà messa a punto dalla commissione del ministero del Lavoro. Nei quattro anni […]