Angelo Villari in tribunale contro la giornalista Debora Borgese. Ecco com’è andata…


Pubblicato il 03 Giugno 2022

iena controrivoluzionaria Marco Benanti.

Questa mattina al Tribunale di Catania di via Crispi è stato sentito Angelo Villari, persona offesa che ha querelato la giornalista Debora Borgese (nella foto da giovane) imputata per diffamazione a mezzo stampa. 

Borgese, stamattina ti sei svegliata imputata… 

Ah no? Capita. Purtroppo, pure con una certa frequenza per noi giornalisti. 

Chi ti ha querelata?

Angelo Villari, il segretario provinciale del PD.

Per quell’articolo in cui lo invitavi a candidarsi a Papa?

Sì, ma oggi abbiamo scoperto qualcosa in più. Non erano le vesti ecclesiastiche a indispettirlo ma il fatto che a suo dire avrei attribuito a lui l’elezione di Concetta Raia alle scorse elezioni regionali. La cosa divertente sai qual è? Che ha confermato che era della CIGL e di averla sostenuta alle regionali.

Ah!

E non solo! Ha confermato tutti i fatti riportati all’interno dell’articolo, compresi gli incontri con Fatuzzo. L’unica cosa che contesta è che lui e Fatuzzo non avrebbero parlato di ‘spartizione di posti di lavoro’. La cosa comica sai qual è?

Qual è?

Che io non ho mai scritto né ‘spartizione’ e tantomeno ‘posti di lavoro’. La frase esatta che ho scritto era: “Nel frattempo, tra una cosa e un’altra, bazzicava il Saint Moritz assieme a Fatuzzo per discutere di grandi ideali: i posti all’ACOSET, si dice”. Leggi un complemento oggetto che si avvicini lontanamente alla parola ‘spartizione’ e il complemento di specificazione ‘di lavoro’? 

Veramente no…

È grammatica da scuola elementare. D’altronde, non potevo neppure pensare a una eventuale ‘spartizione di posti di lavoro’ per due ragioni. Anzitutto, non mi risulta che fossero in programmazione assunzioni alla società partecipata che, tra l’altro e come buona parte delle partecipate, seleziona personale dalle agenzie interinali. In secondo luogo, non mi risulta che Villari diriga o sia socio di alcuna agenzia interinale. Ha addirittura sostenuto di avere ricevuto numerose telefonate da persone a lui vicine che avevano interpretato questo passaggio nel suo stesso modo. Ora, io posso essere responsabile di quello che scrivo ma non di cosa capiscono Villari e i suoi amici. 

A parte la conferma dei fatti riportati e questa libera interpretazione di Villari c’è dell’altro?

Beh, sì! Ha dato a intendere che io abbia scritto quell’articolo sotto dettatura per ostacolare la sua nomina a segretario provinciale del PD! Ti risulta che io sia una di quelle che ha bisogno di scrivere un articolo sotto dettatura? E, comunque, la nota positiva di questa udienza è che mi ha fornito anche delle risposte.

Cioè?

Secondo i dati dell’indagine Piaac-Ocse del 2019, riportati da Truenumbers, in Italia circa il 28% della popolazione tra i 16 e i 65 anni è analfabeta funzionale. Non è una risposta a certe libere interpretazioni?

E adesso cosa accadrà? 

Il 2 dicembre verrà sentito Fabio Fatuzzo in qualità di teste.

La solita domanda. Chi butteresti dalla torre tra Angelo Villari e Concetta Raia?

Sapendo di trovare loro due sulla torre non avrei nemmeno il pensiero di salire sulla torre. Piuttosto, visto il caldo immane,  mi butto io…  a mare!

 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

1 min

leggo di una multa nei tuoi confronti per aver violato il codice della strada. Apprendo anche della pubblicazione della ricevuta che attesta il pagamento del verbale. Resta evidente e imbarazzante la violazione del codice. Caro compagno Enrico, predichi bene ma razzoli male. Come primo cittadino dovresti dare sempre l’esempio. Dare l’esempio significa rispettare le regole […]

3 min

“Difficoltà di accesso alle cure mediche pubbliche tra liste di attesa con tempi biblici e lunghissime trafile per prenotare visite o altri tipi di servizi che non saranno espletati prima di svariati mesi, se non nell’anno successivo. Una situazione drammatica che devono affrontare migliaia di persone costrette sempre più spesso a ricorrere alle prestazioni offerte […]

1 min

Iena Puntese Tutti ne parlano, ma nessuno lo dice ufficialmente. San Giovanni La Punta è in dissesto finanziario. Il comune etneo sarebbe già alla paralisi e alcuni servizi sarebbero già stati tagliati. E i problemi investirebbero anche la Multiservizi puntese. Le voci circolano da tempo e la conferma sarebbe arrivata anche durante l’ultimo consiglio comunale. […]

3 min

FILCAMSCGIL di Catania e Caltagirone Comunicato stampaOttimax Italia SpA del Gruppo Bricofer è stata condannata per condotta antisindacale e alle spese legali. Sedici lavoratori iscritti alla Cgil di Catania avevano rifiutato il trasferimento al Nord Italia. Foti (Filcams Cgil CT): “Una sentenza storica. ———— La Ottimax Italia SpA del Gruppo Bricofer è stata condannata per condotta antisindacale nei […]