Approvata la mozione del M5s sul cessate il fuoco in Palestina


Pubblicato il 10 Luglio 2024

Catania, 10 luglio 2024 – E’ stata approvata la mozione sul cessate il fuoco in Palestina, proposta dai consiglieri comunali M5s Graziano Bonaccorsi, primo firmatario, e da Gianina Ciancio, con il voto favorevole di consiglieri di maggioranza ed opposizione.

Dopo alcune false partenze, è stato, infatti, raggiunto il numero legale per votare le mozioni calendarizzate nella seduta di consiglio di ieri sera.

“Un risultato importante, che dà un segnale forte per consentire i processi di pace e che prende concretamente in considerazione l’immane tragedia umanitaria innescata da una guerra che in realtà ha i connotati di una vera e propria pulizia etnica. Il fragile equilibrio di pace nel Mediterraneo può essere alterato a causa del conflitto in Medio Oriente, e vogliamo ricordare a tutti che nella nostra isola, soprattutto nel territorio catanese, esistono due basi militari” dichiara Bonaccorsi.

“Per questo e per altri motivi, abbiamo chiesto al sindaco Trantino di farsi portavoce presso il Governo italiano, anche sollecitando l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, perché venga rispettato il ‘cessate il fuoco’ richiesto dall’Onu, consentendo l’arrivo nella Striscia di Gaza dei necessari aiuti umanitari.

Abbiamo anche chiesto, nero su bianco, di impegnarsi a intensificare gli sforzi per la promozione della cultura della pace a livello cittadino, favorendo la nascita di iniziative a sostegno delle popolazioni colpite dalla guerra” spiegano i consiglieri M5s.

“Infine, abbiamo ottenuto anche un forte risultato simbolico: sulla facciata di Palazzo degli Elefanti sarà esposta la bandiera della pace affiancata da uno striscione con su scritto ‘Cessate il fuoco in Palestina’, come messaggio di pacificazione e auspicio per una rapida conclusione delle ostilità” concludono Bonaccorsi e Ciancio.

Graziano Bonaccorsi e Gianina Ciancio

Consiglieri comunali M5s


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

2 min

Da Marco Iacona arriva “A Destra niente di nuovo, quasi un diario di bordo” Malgrado questa destra di governo, c’è ancora vita a destra? Dopo avere letto il lavoro di Marco Iacona “A Destra niente di nuovo quasi un diario di bordo” per i tipi di “Youcanprint”, la speranza resta. Ma la disperazione corre lungo […]

6 min

Riceviamo e pubblichiamo: “Magnifico Rettore, Chiar.mi componenti del Senato accademico,In preparazione del prossimo Senato, e profondamente convinti del valore del dibattito interno alla nostra comunità accademica, poniamo alla Vostra attenzione la lettera aperta qui allegata, chiedendo di aprire un confronto franco sulla questione di Gaza e della Palestina. Anche alla luce degli sviluppi nel frattempo […]

6 min

Sulle emergenze cenere e rifiuti abbiamo rivolto qualche domanda all’Avv. Fabio Cantarella, già assessore all’ecologia nella giunta Pogliese a Catania. Fabio Cantarella Catania è sommersa dalla cenere dell’Etna: di chi è la responsabilità?  Non vedo una responsabilità in particolare ma la nostra solita incapacità collettiva a valorizzare il patrimonio naturale e architettonico siciliano. In Europa […]

1 min

Nella foto il sindaco Ruggero Strano. Il sindaco di Catania “perde” ancora: cos’è accaduto? Ruggero Strano, sindaco di Castel di Judica, comune della provincia etnea, ha emesso ordinanza per decespugliare gli argini delle strade metropolitane ricadenti nell’area dello stesso comune. L’ordine non è stato eseguito, di qui la verbalizzazione contro…il sindaco metropolitano! E dire che […]