Catania, Teatro Massimo Bellini: ecco il provvedimento che attiva la carta di credito. A giorni alcune delle spese sostenute con essa


Pubblicato il 21 Febbraio 2012

di iena a teatro

Come vi avevamo anticipato nei giorni scorsi, alla nostra redazione sono pervenute un fiume di carte connesse alla gestione di un noto teatro (…catanese). E abbiamo deciso di pubblicarvele una per una, affinché siate voi lettori a valutare l’opportunità di alcune scelte gestionali, la loro condivisibilità sotto i profili che volete voi.

Ancora per oggi non facciamo nomi, ma faremo parlare gli atti amministrativi: natura delle spese eseguite con la carta di credito, incarichi esterni e pianta organica, catering, conferenze stampa e tanto altro. Vi invitiamo ad esaminare gli atti che vi proporremo giorno per giorno e, alla fine del percorso, ad esternarci le vostre personali valutazioni. Noi di www.ienesiciliane.it non faremo una sola considerazione, ci limiteremo a pubblicare tutte le carte in nostro possesso e vogliamo che siate voi lettori a giudicare e commentare. Noi ne prenderemo atto e ci limiteremo ad approfondire eventuali aspetti che ci suggerirete.

Per adesso desideriamo solo aggiungere che la prima delle vicende amministrative legata alla gestione del suddetto teatro, spesso dibattuta in città e all’interno dei palazzi, che ci accingiamo ad affrontare è quella legata all’utilizzo della carta di credito per “…spese direttamente connesse con l’attività istituzionale del Sovrintendente …”. Bene, oggi iniziamo col pubblicarvi il provvedimento col quale il sovrintendente dispose l’attivazione della suddetta carta di credito prepagata.

E’ un freddo giorno della prima settimana di marzo del 2008 e tutto ebbe inizio con il seguente atto:

TEATRO MASSIMO BELLINICATANIAPROVVEDIMENTO DEL SOVRINTENDENTEProvvedimento 139 del 6 MARZO 2008OGGETTO: Attivazione carta di credito finalizzata al pagamento di spese direttamente connesse con l’attività istituzionale del Sovrintendente, per le quali non si può provvedere con le procedure ordinarie. Determinazioni. Finanziamento spesa.…………….

…………….

……………..IL SOVRINTENDENTEPremesso che, ne11’espletamento dei propri compiti istituzionali, il Sovrintendente deveprocedere direttamente al pagamento di spese per le quali non si può provvedere con le procedureordinarie, quali: spese sostenute in occasioni di missioni in Italia ed all’estero e spese dirappresentanza;Vista la propria nota del 04/03/2008, allegata alla presente, con la quale si richiede, nelrispetto della vigente legislazione e delle disposizioni in materia di impegni di spesa, l’attivazionedi una carta di credito pre-pagata, da utilizzare per il pagamento delle spese connesse con l’attivitàistituzionale, per le quali non si può provvedere con le procedure ordinarie, con onere direndiconto delle spese effettivamente sostenute, comunicando le seguenti previsioni di spesa, dasostenere nel corso del corrente esercizio finanziario, salvo eventuali integrazioni:Euro 4.000,00 – Missioni del Sovrintendente (Capitolo 0001);Euro 3.000,00 – Spese di rappresentanza.( Capitolo 0062).Visto l’art. 1, comma 47 della Legge 28/12/1995, n. 549, (legge finanziaria anno 1996),che così recita: “Ferme restando le disposizioni in materia di assunzione di impegni di spesa èammessa l’utilizzazione, nell’ambito dei vigenti sistemi di pagamento, della carta di credito daparte dei dirigenti e funzionari pubblici per l’esecuzione di spese, anche all’estero, rientranti nellarispettiva competenza, qualora non sia possibile e conveniente ricorrere alle ordinarie procedure”;Rilevato che, la Corte dei Conti, Sezione Regionale di Controllo per la Regione Toscana,in risposta ad apposito quesito formulato da un Comune, in ordine all’autorizzazione all’uso di unacarta di credito dell’ Amministrazione da parte del Sindaco, per il pagamento di spese connesseall’attività istituzionale, ha manifestato, con propria deliberazione n. 14/P2007 dell’ 11/09/2007, ilproprio nulla osta, sulla base, tra l’altro, dell’istituto previsto in via generale dal comma 47 (art. 1)della legge 28/12/1995, n. 549,Che, sulla base della legislazione e della giurisprudenza richiamata, sussistono ipresupposti per l’attivazione di una carta di credito, per procedere all’esecuzione di spese, ancheall’estero, rientranti nella competenza del Sovrintendente, qualora non sia possibile e convenientericorrere alle ordinarie procedure;Che, al fine di evitare l’insorgere di debiti fuori bilancio, si rende necessario autorizzarepreventivamente il finanziamento delle previsioni di spesa formulate dal Sovrintendente con lapredetta nota, unitamente all’attivazione della relativa carta di credito prepagata, accreditandosulla stessa, un fondo complessivo di Euro 3.000,00, da finanziare alle partite di giro (partite inconto sospeso), salvo imputazione, per le spese effettivamente sostenute, ai capitoli pertinenti diparte corrente del Bilancio 2008, impegnati con il presente atto, da eseguire al momento dellapresentazione da parte del Sovrintendente, dei giustificativi della spesa effettivamente sostenuta,con prelievo dalla carta di credito, e relativo reintegro del fondo;Rilevato che, il Banco di Sicilia s.p.a – Unicredit Group – Tesoriere dell’Ente, tra i propriprodotti, presenta la carta di credito UNICREDIT CARD CLIK, carta prepagata ricaricabilecollegata al circuito internazionale Mastercard, che consente di effettuare sia in Italia cheall’estero, le seguenti operazioni: prelievo in contanti su A.T.M., pagamento di beni e servizi,anche su Internet;Vista la scheda di presentazione del prodotto UNICREDIT CARD CLIK, corredata dallascheda informativa relativa alle condizioni economiche di utilizzo della predetta carta di credito;Accertato che, l’attivazione della predetta carta di credito comporta una quota di emissionedi Euro 12,50, per l’intera durata di validità della carta, commisurata ad anni tre dalla data diemissione, mentre la prima ricarica non comporta alcuna spesa a differenza delle successive per lequali è previSta una commissione di Euro 2,00 per ogni ricarica effettuata allo sportello dellebanche del Gruppo Unicredit;Rilevato che, la predetta carta di credito risulta adeguata alle necessità dell’Ente;Ritenuto di dover autorizzare l’attivazione della carta di credito prepagata UNICREDITCARD CLIK, del Banco di Sicilia S.P.A. – Gruppo Unicredit , da mettere a disposizione delSovrintendente, per procedere al pagamento delle spese connesse con l’attività istituzionale, per lequali non si può provvedere con le procedure ordinarie;DISPONEPer motivi esposti nella parte motiva del presente atto, che qui si intendono riportati e trascritti:• Autorizzare l’attivazione della carta di credito prepagata UNICREDIT CARD CLIK, delBanco di Sicilia S.P.A. – Gruppo Unicredit, carta prepagata ricaricabile collegata alcircuito internazionale Mastercard, da mettere a disposizione del Sovrintendente, perprocedere al pagamento delle spese connesse con l’attività istituzionale, per le quali non sipuò provvedere con le procedure ordinarie.• Impegnare la somma di Euro 7.000,00, quale previsione di spesa per le missioni in Italiaed all’estero del Sovrintendente e per le spese di rappresentanza, imputando la stessa sulbilancio del corrente esercizio finanziario, come segue:• Quanto a Euro 4.000,00 – Missioni del Sovrintendente al Capitolo 0001/U;• Quanto a Euro 3.000,00 – Spese di rappresentanza. al Capitolo 0062/U.• Autorizzare la spesa di euro 12,50, quale quota di emissione della carta di credito prepagatarelativa UNICREDIT CARD CLIK, imputando la stessa al capitolo 131/U delbilancio 2008.• Accreditare sulla carte di credito prepagata, un fondo complessivo di Euro 3.000,00, dafinanziare alle partite di giro – Capitolo 409/U- Partite in conto sospeso – salvoimputazione, per le spese effettivamente sostenute, ai capitoli pertinenti di parte correntedel Bilancio 2008, impegnati con il presente atto, da eseguire al momento dellapresentazione da parte del Sovrintendente, dei giustificativi della spesa effettivamentesostenuta, con prelievo dalla carta di credito, e relativo reintegro del fondo, concontestuale accertamento di pari importo al correlato capitolo 219/E – Partite in contosospeso.• Procedere al pagamento della quota di emissione della carta di credito prepagataUNlCREDIT CARD CLIK di Euro 12,50, a mezzo mandato di pagamento, da trarre sullaTesoreria deII’Ente, intestato al Banco di Sicilia s.p.a. , da estinguere con quietanza delCassiere Economo dell’Ente che procederà al pagamento allo sportello della predetta quotadi emissione.• Procedere alla prima ricarica della carta di credito prepagata UNICREDIT CARD CLIK. diEuro 3.000,00, a mezzo mandato di pagamento, da trarre sulla Tesoreria deII’Ente,intestato al Cassiere Economo dell’Ente, che procederà a quietanzare lo stesso ed a versarela predetta somma sulla carta di credito.• Procedere alla chiusura del corrente esercizio finanziario all’azzeramento del fondo residuoaccreditato sulla predetta carta di credito ed alla contestuale regolarizzazione contabiledelle spese sostenute, con chiusura contabile delle partite in conto sospeso attivate inesecuzione del presente atto.• Dare atto che, all’apertura del nuovo esercizio fInanziario, si procederà, con apposito attoamministrativo, al finanzjamento sul bilancio dell’esercizio 2009, delle spese da sostenereper le attività istituzionali del Sovrintendente ed alla costituzione del nuovo fondo, daaccreditare sulla carta di credito attivata in esecuzione del presente atto.• Designare responsabile del procedimento il dotto Gaetano Battiato – Settore Bilanci eConsuntivi.Il SOVRINTENDENTE


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

1 min

leggo di una multa nei tuoi confronti per aver violato il codice della strada. Apprendo anche della pubblicazione della ricevuta che attesta il pagamento del verbale. Resta evidente e imbarazzante la violazione del codice. Caro compagno Enrico, predichi bene ma razzoli male. Come primo cittadino dovresti dare sempre l’esempio. Dare l’esempio significa rispettare le regole […]

3 min

“Difficoltà di accesso alle cure mediche pubbliche tra liste di attesa con tempi biblici e lunghissime trafile per prenotare visite o altri tipi di servizi che non saranno espletati prima di svariati mesi, se non nell’anno successivo. Una situazione drammatica che devono affrontare migliaia di persone costrette sempre più spesso a ricorrere alle prestazioni offerte […]

1 min

Iena Puntese Tutti ne parlano, ma nessuno lo dice ufficialmente. San Giovanni La Punta è in dissesto finanziario. Il comune etneo sarebbe già alla paralisi e alcuni servizi sarebbero già stati tagliati. E i problemi investirebbero anche la Multiservizi puntese. Le voci circolano da tempo e la conferma sarebbe arrivata anche durante l’ultimo consiglio comunale. […]

3 min

FILCAMSCGIL di Catania e Caltagirone Comunicato stampaOttimax Italia SpA del Gruppo Bricofer è stata condannata per condotta antisindacale e alle spese legali. Sedici lavoratori iscritti alla Cgil di Catania avevano rifiutato il trasferimento al Nord Italia. Foti (Filcams Cgil CT): “Una sentenza storica. ———— La Ottimax Italia SpA del Gruppo Bricofer è stata condannata per condotta antisindacale nei […]