Europee, il gioco delle terzine


Pubblicato il 28 Giugno 2024

Risultato elettorale “falsato”

Qual è stato il peso elettorale dei candidati alle elezioni europee? Il dato è impossibile da decifrare. Il gioco delle terzine rende difficile stabilire con esattezza chi vale di più e chi vale di meno. Chi ha trascinato e chi è stato trascinato. Gli accordi fatti all’interno di ciascun partito, infatti, hanno consentito anche a candidati deboli di uscire con un considerevole numero di voti, ma in molti casi questo è stato determinato dalle alleanze tra più candidati. Per essere chiari: con l’obbligo di una preferenza secca, solo un nome, i risultati sarebbero stati assai diversi. Pertanto: chi ha esultato per i risultati farebbe bene ad analizzare i dati, valutando le preferenze secche da quelle aggregate. Insomma: tra vinti e vincitori bisogna fare un distinguo. Perché, un conto è aver camminato da soli, altra cosa è averlo fatto in compagnia.

Il vero banco di prova per un candidato sono le amministrative, da consigliere comunale, o le regionali, da candidato deputato. Solo così si ha la certezza del proprio peso politico. Ma non tutti sono in grado di affrontare questo tipo di elezioni.

Altra annotazione: il risultato di Forza Italia è stato più volte sbandierato come un successo straordinario. E stando ai numeri, in Sicilia è il primo partito. Ma è un risultato che fa a pugni con la percentuale dei votanti, meno del 40 per cento. Verrebbe da dire: primo partito di chi? E soprattutto: è il risultato ottenuto dalla sommatoria di 4 partiti: Dc, Mpa, Moderati e Forza Italia. E torniamo alla questione iniziale. Chi ha trainato e chi è stato trainato? E in questo caso è ancora più complicato stabilirlo. Alle terzine, infatti, si aggiunge l’aggregazione di più forze politiche. Una cosa è certa: senza Dc, Mpa e Moderati, il partito azzurro avrebbe avuto altro tipo di risultato e Caterina Chinnici sarebbe rimasta ferma ai box. Altro che terzo mandato!


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

2 min

Da Marco Iacona arriva “A Destra niente di nuovo, quasi un diario di bordo” Malgrado questa destra di governo, c’è ancora vita a destra? Dopo avere letto il lavoro di Marco Iacona “A Destra niente di nuovo quasi un diario di bordo” per i tipi di “Youcanprint”, la speranza resta. Ma la disperazione corre lungo […]

6 min

Riceviamo e pubblichiamo: “Magnifico Rettore, Chiar.mi componenti del Senato accademico,In preparazione del prossimo Senato, e profondamente convinti del valore del dibattito interno alla nostra comunità accademica, poniamo alla Vostra attenzione la lettera aperta qui allegata, chiedendo di aprire un confronto franco sulla questione di Gaza e della Palestina. Anche alla luce degli sviluppi nel frattempo […]

6 min

Sulle emergenze cenere e rifiuti abbiamo rivolto qualche domanda all’Avv. Fabio Cantarella, già assessore all’ecologia nella giunta Pogliese a Catania. Fabio Cantarella Catania è sommersa dalla cenere dell’Etna: di chi è la responsabilità?  Non vedo una responsabilità in particolare ma la nostra solita incapacità collettiva a valorizzare il patrimonio naturale e architettonico siciliano. In Europa […]

1 min

Nella foto il sindaco Ruggero Strano. Il sindaco di Catania “perde” ancora: cos’è accaduto? Ruggero Strano, sindaco di Castel di Judica, comune della provincia etnea, ha emesso ordinanza per decespugliare gli argini delle strade metropolitane ricadenti nell’area dello stesso comune. L’ordine non è stato eseguito, di qui la verbalizzazione contro…il sindaco metropolitano! E dire che […]