Il garantismo giudiziario a giorni, e partiti, alterni. Quando la politica italiana e siciliana, ma anche certo giornalismo, raggiungono lo status di commedia. Eccezioni a parte…


Pubblicato il 21 Dicembre 2022

Eccoli. I garantisti giudiziari. Sono coloro I quali denunciano la criminalizzazione degli individui prima ancora dei processi, figurarsi delle sentenze passate in giudicato dopo tre gradi di giudizio, come previsto in Italia, Sicilia compresa. Tutto cio’ con l’aiuto di quella stampa ancorata ai miti americani degli anni settanta, tipo sbatti il mostro in prima pagina, anche se magari innocente. In Italia, in Sicilia, a Catania, il garantismo e’ diventato a giorni, e a partiti, alterni. Ovvero se l’indagato e’ ad esempio uno vicino a te, alla tua famiglia, al tuo amico, al tuo partito politico, urli al complotto, al giustizialismo, al mancato rispetto dei diritti costituzionali, al dare del colpevole a chi non e’ stato condannato definitivamente, e spesso neanche parzialmente. Viceversa, se l’indagato e’ altro, uno sconosciuto o un tuo nemico, magari politico, ecco uscire la forca. Questa malapratica e questa mancanza di equilibrio vengono puntualmente confermati da recenti episodi, nei quali anche il giornalismo mainstrean ha recitato una pessima parte. Esistono delle eccezioni, sparute. Dai radicali a singole personalità e associazioni sempre coerenti con se’ stessi. Appunto eccezioni. La conferma di come nella nostra penisola e nella nostra politica, Sicilia compresa, su argomenti come questo manchi un approccio serio, coerente, intellettualmente onesto. Roba da Repubblica delle banane.

Iena amministrativa.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

1 min

riceviamo e pubblichiamo: Alla fine del mese di novembre del 2020 il quartiere Santa Maria Goretti – costruito nel 1957 sotto il livello stradale – è stato praticamente investito da un ciclone e sommerso dalle torrenziali acque piovane. Ad oggi il problema degli allagamenti, diventato nel frattempo anche una questione abitativa, non è stato risolto.Nel […]

1 min

Quella che è stata chiamata “Primavera di Catania” (1993-1999) sembrava aver avviato un virtuoso percorso di rinascita che, alla svolta del nuovo secolo, sembrò interrompersi: la città ripiombò in quel degrado dal quale non pare potersi ancora liberare e che è stato simboleggiato dalle strade al buio dell’amministrazione Scapagnini. Come è potuto succedere? Paolino Maniscalco, […]

2 min

comunicato stampa Catania, 25 febbraio 2024 – Quando non si riesce a maneggiare un concetto è meglio lasciarlo da parte. Difficile cogliere il senso della ‘due-giorni’ di Fratelli d’Italia a Catania, pomposamente definita ‘Patrioti in Comune’. Che cosa vuol dire esattamente? Che i ‘Fratelli d’Italia’ sono gli unici patrioti in Comune? Solo a Catania, o […]

2 min

A 120 anni dalla morte di Giorgio La Pira domani sera, alle ore 19, nella sala teatro della parrocchia di San Matteo a Trepunti, frazione di Giarre, si terrà un incontro culturale dedicato alla figura del politico e giurista. “Giorgio La Pira, un politico nuovo. A 120 anni dalla nascita”, organizzato dall’associazione culturale ‘Nuove Idee’ […]