La 38a edizione del Torino Film Festival celebra l’iraniano “Botox”


Pubblicato il 01 Dicembre 2020

di GianMaria Tesei

Si chiude con il trionfo di “Botox” la trentottesima edizione del Torino Film Festival, tenutasi interamene online tra il 20 ed il 28 novembre 2020 (con l’esordio alla direzione della manifestazione dello storico del cinema, critico cinematografico e manager culturale Stefano Francia Di Celle) , svoltasi secondo una modalità inconsueta che probabilmente costituirà un precedente importante, in quanto, come non era mai accaduto non c’è stato il classico tourbillon di passerelle, personaggi e madrine od il plauso della platea che esaltava i talenti in erba in preda alle emozioni per i loro trionfi. Gli appassionati e gli spettatori del Torino Film Festival, potranno usufruire della piattaforma di Mymovies per potere godere delle opere filmiche dell’edizione appena conclusa dalle 12 del 31 dicembre fino all’1 del 2021. Non solo. Essi potranno vedere anche le pellicole che hanno contraddistinto le precedenti annate della kermesse e magari raffrontarle con il prodotto filmico che ha ricevuto il premio alla miglior sceneggiatura ed al miglior film che è stato proprio il suddetto “Botox”, lungometraggio di quasi 100 minuti realizzato sul suolo iraniano ed in Canada dal director e scenarista iraniano Kaveh Mazaheri.

Il regista di Teheran , dopo avere fatto un percorso di studi non esattamente coincidente con la sua successiva strada artistica che lo ha condotto alla laurea in ingegneria ferroviaria ,si è innervato nell’ambito della cinematografia senza attendere a scuole o corsi specifici e maturando sul campo le esperienze che lo avrebbero portato a creare due decine di documentari e cinque cortometraggi di finzione, tra cui spicca “Retouch”( 2017) , con il quale ha ottenuto circa ottanta premi in tutto il mondo, tra cui quelli conseguiti al Tribeca Film Festival ( 2017), come vincitore del miglior cortometraggio narrativo e vincitore del premio della giuria; al Festival del cinema di Cracovia ( 2017), come vincitore del miglior cortometraggio di finzione e vincitore del premio Don Quixote ; al Palm Springs International ShortFest ( 2017) , come vincitore come miglior live action in 15 minuti; alFajr Film Festival (2017), in Iran, come vincitore del miglior cortometraggio (Crystal Simorgh Prize).

La grande rinomanza assunta in patria assieme al successo riscontrato nel 2017 sono state la premessa per un altro corto, “Funfair”(2019) , che è stato qualificato per gli Oscar 2021 e che ha portato al compimento di “Botox”, primo lungometraggio di finzione per il regista originario della città situata ai piedi dei monti Elburz.

Il trentanovenne metteur en scène ha rappresentato la storia di due sorelle: Akram, giovane ragazza affetta da una forma autistica, genuina e spontanea (ma pure rabbiosa, feroce, livorosa e vendicativa in certi momenti) e Azar, fredda e solerte lavoratrice di un centro bellezza in cui, ogni giorno, dispensa iniezioni di botox alla sua clientela femminile. Il fidanzato di quest’ultima la induce a dedicarsi alla coltivazione di funghi allucinogeni e Akram ed Azar trascinano ed implicano in questo affare il fratello Emad (che per anni ha vessato Akram), appassionato dell’idioma teutonico. In seguito le due sorelle operano una dissimulazione sulla scomparsa del fratello raccontando che sia scappato in Germania, con questo infingimento che cresce sempre più, guidando le due sorelle in luoghi tetri, imperscrutabili ed enigmatici, generando lo sviluppo di una commedia in cui la ricerca del profitto sopra ogni cosa viene contestualizzata in questa porzione di società iraniana, non assecondando quindi i classici preconcetti legati ad un superiore livello di legame allo spirito della cultura di quei luoghi, che nel film sono rappresentati anche attraverso una vastità estesa di ghiaccio che va degradandosi e che si lega ad alcune emozioni che venano questo film, per le cui atmosfere è stato scomodato il paragone con “Fargo” (1996) degli acclamati Joel David Coen(regista) ed Ethan Jesse Coen.

Mazaheri ha affermato come il suo lungometraggio sia stato tratto dalla storia vera di una persona con cui aveva vissuto per molto tempo. La genesi del film, ha aggiunto, è costituita dal chiedersi cosa sarebbe accaduto se Akram, avvilita e mortificata da Emad, avesse potuto ottenere, in un qualche modo, una sorta di rifusione di quanto l’aveva offesa, con il film che definisce la risposta a questo legittimo interrogativo.

I PREMI UFFICIALI

 TORINO 38 | Concorso Internazionale Lungometraggi

Giuria composta da Waad Al-Kateab (Siria), Jun Ichikawa (Giappone), Paola Randi (Italia), Martina Scarpelli (Italia), Homayra Sellier (Iran).

 Miglior Film 

BOTOX di Kaveh Mazaheri (Iran-Canada, 2020)

 Premio Speciale della Giuria

SIN SEÑAS PARTICULARES di Fernanda Valadez (Messico-Spagna, 2020)

 Miglior Attrice

MERCEDES HERNANDEZ (Sin señas particulares, Messico-Spagna, 2020)

 Miglior Attore

CONRAD MERICOFFER (Camp de Maci, Romania, 2020)

 Miglior Sceneggiatura

BOTOX di Kaveh Mazaheri e Sepinood Najian (Iran-Canada, 2020)

 Menzione speciale

EYIMOFE THIS IS MY DESIRE di Arie & Chuko Esiri (Nigeria, 2020)

 TORINO 38 CORTI | Concorso Internazionale Cortometraggi

Giuria composta da Waad Al-Kateab (Siria), Jun Ichikawa (Giappone), Paola Randi (Italia), Martina Scarpelli (Italia), Homayra Sellier (Iran).

 Miglior Film 

A BETTER YOU di Eamonn Murphy (Irlanda, 2019)

 Premio Speciale della Giuria

JUST A GUY di Shoko Hara (Germania, 2020)

 Menzione speciale

THE LAST MERMAID di Fi Kelly (Scozia/Regno Unito, 2019)

L’ESCALE  di Pieter De Cnudde (Belgio, 2020)

 TFFdoc – INTERNAZIONALE.DOC |Concorso Internazionale Documentari

Giuria composta da Stefano Cravero (Italia), Gaia Furrer (Italia), Paola Piacenza (Italia).

 Miglior film per Internazionale.doc

THE LAST HILLBILLY di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe (Francia, 2020)

 Premio Speciale della giuria per Internazionale.doc

OUVERTURES di The Living and the Dead Ensemble (Francia, 2020)

 TFFdoc – ITALIANA.DOC | Concorso Documentari Italiani

Giuria composta da Stefano Cravero (Italia), Gaia Furrer (Italia), Paola Piacenza (Italia). 

Miglior film per Italiana.doc

PINO di Walter Fasano (Italia, 2020) 

Premio Speciale della giuria per Italiana.doc

AL LARGO di Anna Marziano (Italia, 2020) 

ITALIANA.CORTI | Concorso Cortometraggi Italiani

Giuria composta da Martina Angelotti (Italia), Francesco Dongiovanni (Italia), Elisa Talentino (Italia).

 Miglior film per Italiana.corti (€ 2.000)

OLD CHILD di Elettra Bisogno (Belgio, 2020)

 Premio Speciale della giuria per Italiana.corti

MALUMORE di Loris Giuseppe Nese (Italia, 2020)

 PREMIO FIPRESCI – Premio della Federazione Internazionale della Stampa

Giuria composta da Hala El Mawy (Egitto), Ariel Schweitzer (Israele), Silvana Silvestri (Italia).

 Miglior Film Torino 38

MOVING ON di Dan-bi Yoon (Corea del Sud, 2019)

 

I PREMI COLLATERALI

 PREMIO RAI CINEMA CHANNEL | Miglior film scelto nelle sezioni Torino 38 Corti e Italiana.corti

 A BETTER YOU di Eamonn Murphy (Irlanda, 2020)

 PREMIO ACHILLE VALDATA| Miglior film scelto nelle sezioni Torino 38

Giuria dei lettori di TorinoSette – La Stampa

 EYIMOFE THIS IS MY DESIRE di Arie & Chuko Esiri (Nigeria, 2020).

 

 

 

 

 

 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

2 min

La Segreteria Provinciale catanese di Fratelli d’Italia – Dipartimento Legalità e Sicurezza, reputa doveroso esternare la propria ammirazione e stima al Sovrintendente Capo della Polizia di Stato Maurizio Grasso il quale, il 18 giugno u.s., transitando, libero dal servizio, con la propria autovettura, in territorio di Belpasso, lungo la strada provinciale 184, si imbatteva sul […]

1 min

“Doveva essere pronta in pochi mesi o comunque prima dell’estate. E invece la nuova pista ciclabile che costeggia il porto è ancora un cantiere aperto. Ci chiediamo e chiediamo all’amministrazione quanto tempo ancora sarà necessario prima che venga ultimata e consegnata ai catanesi?” E’ quanto chiedono i consiglieri comunali del Mpa, Angelo Scuderi e Daniela […]

1 min

Un altro obiettivo per Anastasia Insabella. La giovanissima canoista dello Jomar Club Catania, dopo aver conquistato la medaglia d’oro negli Europei Junior nel K1 1.000 metri, a Bratislava, esordirà mercoledì nei Campionati del Mondo Junior, a Plovdiv, in Bulgaria. Un’altra esperienza azzurra per la quattordicenne del Circolo Canoa Catania, che cercherà di ben figurare contro […]

6 min

L’arrivo di Ficarra e Picone, ieri sera, regala brio e momenti di comicità alla Villa Belvedere di Acireale, nella giornata conclusiva della rassegna cinematografica “Le stranezze di Roberto Andò: da Tomasi di Lampedusa a Luigi Pirandello”. I due attori palermitani infiammano il pubblico accorso in massa per incontrare i loro beniamini. Sul palco, prima della […]