Mentre Concettina “s’ammuccia”, “A famigghia” è devota a Catenello da Messina, quello della pernacchia alla Cgil


di iena marco pitrella

«A famigghia» è a «A famigghia» e non c’è storia che tiene: è tutta una devozione a Villari, ANGELO, e quindi con Catenello da Messina per contrappasso: Concettina, la Raia da «A famigghia» poteva mai mancare? Seduta in prima fila stava.

A darla, la notizia, è un altro Villari, Gianni, «l’on.line» fratello di ANGELO.

Dal suo profilo facebook con un post, tutto priato, ha reso pubbliche le immagini di un incontro elettorale: «una gran bella iniziativa con Angelo Villari, candidato all’Ars … dove si discute e ci si confronta con rispetto e libertà», scrive.

Dunque, con Villari, ANGELO; e seduta, appunto, in prima fila c’è una donna, la si vede in ogni foto, che non vorrebbe farsi immortalare: parrebbe Concettina.

È d’obbligo il condizionale solo al dovere di cronaca … ma non ci pigliamo per il culo …

«S’ammuccia» Concettina, che fa si vergogna? no: forse perché è dipendente della Cgil, a tempo indeterminato?

Grazie caro Gianni, grazie compagno ormai ex, grazie (anche) da Debora Borgese: «ci tieni sempre tempestivamente informati sulle faccende da ‘A famigghia’».

«S’ammuccia», Concettina: nesci ca taiu vistu! (esci che ti ho visto!).

Del resto, la Cgil, è organizzazione per statuto fondata sui valori e sui principi che alla sinistra appartengono; valori e principi che certo non appartengono al «buddace ducetto», uno che il sindacato ha insultato e spernacchiato (link in basso): in fondo, o diritta o di storta, «A famigghia» con il sindacato c’ha solo «campato».

Catenello da Messina, ripetiamo, ha insultato e spernacchiato il sindacato, la Cgil in particolare: e Concettina, dipendente della Cgil, che fa? sono le immagini a dire tanto: si spenderebbe per Villari, ANGELO, che è alla corte del «buddace ducetto»; quello stesso Villari, ANGELO, che ha «tradito» di notte e notte il partito democratico, di cui era segretario provinciale; «tradito» lo stesso partito che è (stato) di Concettina e da «A famigghia».

Ecco il ragionamento: se Concettina, quando venne assunta dalla Cgil avesse simpatizzato per la Fiamma Tricolore, se la sarebbe mai caricata il sindacato? no.

Col senno del poi, lo direbbero i maligni, che fatto buono e giusto sarebbe stato; ma del senno del poi son piene le fosse … purtroppo.

«A famigghia» è a «A famigghia» e nel combinato disposto Villari, ANGELO / Concettina, pare che finalmente si sia raggiunta la parità di genere, per lui naturalmente; si dice e si mormora che a far le telefonate sia proprio Concettina: sarà vero?

E però, se tanto mi dà tanto, una domanda va domandata: e Giacomino? anch’egli (in parte) dipendente della Cgil e (in arte) marito di Concettina, non pervenuto: si cura (forse) in salute; è ancora più «ammucciato».


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

3 min

Domani il neo deputato del Pd eletto all’Ars, da Catania, inviterà tutti gli iscritti a una riflessione sulle ragioni di una sconfitta annunciata” DI GIUSEPPE BONACCORSI “Chi ci dà per finiti si sbaglia” chiosa il comunicato del neo deputato regionale Pd, Giovanni Burtone che, nella debacle generale del Pd alle ultime regionali e nazionali, domani […]

1 min

La revoca della misura cautelare degli arresti domiciliari per Barbara Mirabella da un lato suscita sollievo per la persona, per la sua famiglia, per tutti coloro che le vogliono bene. Dall’altro lato lascia tanti interrogativi senza risposta.Nel rispetto della giustizia e del suo corso dicemmo immediatamente, tuttavia, che la misura adottata era sproporzionata, perché la […]

3 min

Comincia una nuova stagione sportiva. La Methodos Scherma è pronta. L’obiettivo, anche quest’anno, è quello di essere protagonista. La missione dei maestri Gianni e Carlo Sperlinga è far crescere i giovani e togliersi soddisfazioni importanti. Methodos in evidenza nella prima gara disputata a Santa Venerina (qualificazione ai campionati regionali Assoluti). Felicità e orgoglio per la […]