PARTE IL PROGETTO “IL MAAS INCONTRA GLI STUDENTI”: GLI ALLIEVI DELL’ISTITUTO WOJTYLA – ALBERGHIERO DI CATANIA IN VISITA AL MERCATI AGRO ALIMENTARI SICILIA


Pubblicato il 21 Marzo 2023

CATANIA 21 marzo – Nei giorni scorsi, gli alunni della classe 2°O dell’IPSSEOA Wojtyla – Alberghiero di Catania, accompagnati dai docenti D’Andrea, Virgolini, Spatola e Colaianni, sono stati ospiti del MAAS per una visita legata ai percorsi formativi in favore degli studenti delle scuole. A guidarli nel percorso il responsabile dele aree mercatali, Mario Indaco. Durante la mattinata si è evidenziato come il MAAS sia diventato un polo trainante anche per trasformazione e commercio di alcuni prodotti della filiera dell’ittico e dell’ortofrutta. 

L’iniziativa fa parte di un progetto promosso dal MAAS e indirizzato alle scuole medie e superiori, con lo scopo non solo di far conoscere ai più giovani la realtà della struttura che sussiste sul nostro territorio ma soprattutto quello di far vivere agli studenti un’esperienza che sia proficua per coloro che volessero intraprendere studi inerenti al settore dell’agroalimentare e, nel contempo, incentivare il consumo di ortofrutta da parte dei giovanissimi e attuare iniziative a supporto di una nutrizione equilibrata.

“Il Maas è sempre stato disponibile ad accogliere iniziative che coinvolgono le realtà del nostro territorio, come gli istituti scolastici – dice il presidente Zappia- Abbiamo lanciato questo progetto dal titolo il “MAAS incontra gli studenti” non solo per far conoscere la struttura del mercato e il suo funzionamento ma soprattutto per trasmettere ai giovani una sana e corretta cultura alimentare. Per noi è diventata come una mission collaborare con le scuole ed è anche un grande compiacimento venire incontro e rispondere alle curiosità dei ragazzi”.  

Gli studenti del Wojtyla hanno mostrato grande interesse e partecipazione all’incontro ponendo domande al responsabile delle aree mercatali Mario Indaco. “Sono stato ben lieto di poter mostrare loro il nostro operato e come funziona un Mercato Agro alimentare, la catena produttiva, la filiera – dice Indaco – Inoltre ho anche messo in evidenza come il MAAS è anche fautore di diverse iniziative soprattutto volte alla solidarietà verso i più bisognosi, grazie al Banco Alimentare, una realtà che da un po’ di tempo opera all’interno della struttura stessa, finalizzato non solo all’abbattimento dei rifiuti e alla lotta agli sprechi alimentari, ma soprattutto a dare un sostegno alle famiglie più bisognose”.   

Le scuole interessate a fare una visita presso la struttura del MAAS possono fare richiesta tramite email indirizzata a maas@maas.it (il modulo di adesione si potrà scaricare dal sito del MAAS).


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

2 min

Da Marco Iacona arriva “A Destra niente di nuovo, quasi un diario di bordo” Malgrado questa destra di governo, c’è ancora vita a destra? Dopo avere letto il lavoro di Marco Iacona “A Destra niente di nuovo quasi un diario di bordo” per i tipi di “Youcanprint”, la speranza resta. Ma la disperazione corre lungo […]

6 min

Riceviamo e pubblichiamo: “Magnifico Rettore, Chiar.mi componenti del Senato accademico,In preparazione del prossimo Senato, e profondamente convinti del valore del dibattito interno alla nostra comunità accademica, poniamo alla Vostra attenzione la lettera aperta qui allegata, chiedendo di aprire un confronto franco sulla questione di Gaza e della Palestina. Anche alla luce degli sviluppi nel frattempo […]

6 min

Sulle emergenze cenere e rifiuti abbiamo rivolto qualche domanda all’Avv. Fabio Cantarella, già assessore all’ecologia nella giunta Pogliese a Catania. Fabio Cantarella Catania è sommersa dalla cenere dell’Etna: di chi è la responsabilità?  Non vedo una responsabilità in particolare ma la nostra solita incapacità collettiva a valorizzare il patrimonio naturale e architettonico siciliano. In Europa […]

1 min

Nella foto il sindaco Ruggero Strano. Il sindaco di Catania “perde” ancora: cos’è accaduto? Ruggero Strano, sindaco di Castel di Judica, comune della provincia etnea, ha emesso ordinanza per decespugliare gli argini delle strade metropolitane ricadenti nell’area dello stesso comune. L’ordine non è stato eseguito, di qui la verbalizzazione contro…il sindaco metropolitano! E dire che […]