Salvo Ruffino eletto nuovo presidente del comitato regionale dell’Accademia Nazionale Acconciatori Misti


Pubblicato il 03 Settembre 2018

L’assemblea – presieduta da Paolo Venturini – è stata un momento di unione, che ha permesso di fare il punto sul futuro dell’A.N.A.M. nell’ottica di un rafforzamento della rete dei centri della Sicilia. I delegati hanno, inoltre, analizzato lo stato di salute dell’associazione e individuato soluzioni finalizzate ad offrire corsi di formazione sempre migliori e all’avanguardia. Tutti i presenti hanno poi concordato sulla necessità di avviare una maggiore collaborazione fra i Centri della Sicilia allo scopo di raggiungere nuovi traguardi e obiettivi condivisi. Si è, inoltre, parlato della proposta d’istituire un team Moda A.N.A.M Regione Sicilia e delle attività prossime dei Centri, fra cui il campionato mondiale che si terrà il prossimo settembre a Parigi. L’assemblea ha infine votato all’unanimità Ruffino a nuovo presidente ed eletto i componenti del nuovo Consiglio direttivo che adesso risulta così composto: Antonino Castellana, Alessandro Vassallo, Matteo Abbate, Salvatore Scavo, Salvo Ruffino, Giuseppe Gambino, Guglielmo Trovato, Vittorio Iemulo e Giuseppe Scarso. Segretario e tesoriere regionale è Rocco Perracchio. Eletto anche il collegio dei revisori dei Conti che ora è formato da Giancarlo Vitale, Alessandro Vassallo e Giancarlo Virzì. Nominati, inoltre, il direttore tecnico maschile Vittorio Iemulo e vice direttore tecnico maschile Giuseppe Criscione; per il femminile invece la nomina di direttore tecnico va Salvatore Scavo e quella di vice a Danilo Filippo D’Amico. Direttore didattico regionale: Basilio Frusteri; vice direttore didattico regionale: Paolo Caruso. Nominato anche il collegio dei probiviri che sarà presieduto da Paolo Venturini, Rocco Perracchio e Giorgio Sammito. Ruffino vanta un’esperienza trentennale alla guida dell’A.N.A.M centro di Catania, da cui di recente si è dimesso dal ruolo di presidente provinciale per dedicarsi completamente al nuovo incarico regionale. «Ringrazio di cuore i colleghi per questa nuova importante opportunità e per la fiducia accordatami. Darò il massimo per rispondere alle aspettative che si addicono alla nostra associazione e per onorare fino in fondo il mio impegno. Ho sempre ritenuto il mestiere dell’acconciatore il più bello del mondo, un amore che mi ha guidato da trentanni a questa parte. Il nuovo lavoro da fare è tanto ecco perché sarà necessario realizzare almeno tre riunioni all’anno del comitato. L’A.N.A.M. è una realtà importante in Sicilia e in Italia che ha formato talenti ed imprenditori. Il nostro obiettivo è continuare a crescere», ha dichiarato Salvo Ruffino.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

2 min

Da Marco Iacona arriva “A Destra niente di nuovo, quasi un diario di bordo” Malgrado questa destra di governo, c’è ancora vita a destra? Dopo avere letto il lavoro di Marco Iacona “A Destra niente di nuovo quasi un diario di bordo” per i tipi di “Youcanprint”, la speranza resta. Ma la disperazione corre lungo […]

6 min

Riceviamo e pubblichiamo: “Magnifico Rettore, Chiar.mi componenti del Senato accademico,In preparazione del prossimo Senato, e profondamente convinti del valore del dibattito interno alla nostra comunità accademica, poniamo alla Vostra attenzione la lettera aperta qui allegata, chiedendo di aprire un confronto franco sulla questione di Gaza e della Palestina. Anche alla luce degli sviluppi nel frattempo […]

6 min

Sulle emergenze cenere e rifiuti abbiamo rivolto qualche domanda all’Avv. Fabio Cantarella, già assessore all’ecologia nella giunta Pogliese a Catania. Fabio Cantarella Catania è sommersa dalla cenere dell’Etna: di chi è la responsabilità?  Non vedo una responsabilità in particolare ma la nostra solita incapacità collettiva a valorizzare il patrimonio naturale e architettonico siciliano. In Europa […]

1 min

Nella foto il sindaco Ruggero Strano. Il sindaco di Catania “perde” ancora: cos’è accaduto? Ruggero Strano, sindaco di Castel di Judica, comune della provincia etnea, ha emesso ordinanza per decespugliare gli argini delle strade metropolitane ricadenti nell’area dello stesso comune. L’ordine non è stato eseguito, di qui la verbalizzazione contro…il sindaco metropolitano! E dire che […]