Sport, Pachino(Sr): Juve Club, Totò Schillaci racconta le sue “notti magiche”


Pubblicato il 28 Settembre 2019

Ieri sera l’eroe di Italia ’90 ha inaugurato la stagione sportiva in via La Marmora 

(Nella foto direttivo da sinistra: Luca Agricola, Angelo Nastasi, Totò Schillaci, Anglo Aliffi e Peppe Gambuzza)

Comunicato Stampa

Pachino, 28 settembre 2019

“Gianni Agnelli mi chiamava la mattina alle 7,30 per conoscere le mie condizioni: a me sembrava uno scherzo”. Ha parlato di Juve, Nazionale e ha raccontato la sua storia, l’eroe di Italia ’90, Totò Schillaci, che ieri sera ha inaugurato la nuova stagione sportiva dello Juventus Official Fan Club di Pachino. Nella sede di via La Marmora c’erano molti tifosi bianconeri ad attendere l’ex attaccante di Juve e Nazionale. Sul maxi schermo passavano i gol di Totò ad Italia ’90. “È sempre bello rivedere le immagini dei mondiali – ha commentato Totò Schillaci – sono passati 30 anni e mi sembra ieri. Ho fatto parte di una grande Nazionale, una delle formazioni più importanti della storia”. Ha raccontato come è finito alla Juve, episodi curiosi come la famosa testata a Roberto Baggio ma anche la grande professionalità dell’ex Divin codino nel cedergli la sfera per battere il penalty contro l’Inghilterra. Ed anche il suo rapporto con allenatori come il “professor” Franco Scoglio o Zdenek Zeman. E poi l’esperienza mondiale. “La prima volta che sono entrato in campo contro l’Austria – ha detto – ho avuto paura, ma per me era una grande occasione. Poi ho segnato e da li è iniziata la mia avventura. Per me il pallone era tutto, mi sono concentrato su questo obiettivo sin da piccolo. Certo, quello che poi è accaduto non era nemmeno nei miei sogni”. Al termine del dibattito Totò Gol ha donato al club una maglia con il numero 11 e il suo nome, e poi è partita la festa, con foto ricordo e autografi.  

“Per il nostro primo compleanno – ha dichiarato il presidente, Angelo Aliffi – abbiamo voluto spegnere la prima candelina assieme ad un campionissimo del passato. È un regalo che abbiamo voluto fare ai nostri tifosi e a tutti gli appassionati di calcio, nella speranza che questo club possa crescere ancora di più”. 

 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

2 min

Da Marco Iacona arriva “A Destra niente di nuovo, quasi un diario di bordo” Malgrado questa destra di governo, c’è ancora vita a destra? Dopo avere letto il lavoro di Marco Iacona “A Destra niente di nuovo quasi un diario di bordo” per i tipi di “Youcanprint”, la speranza resta. Ma la disperazione corre lungo […]

6 min

Riceviamo e pubblichiamo: “Magnifico Rettore, Chiar.mi componenti del Senato accademico,In preparazione del prossimo Senato, e profondamente convinti del valore del dibattito interno alla nostra comunità accademica, poniamo alla Vostra attenzione la lettera aperta qui allegata, chiedendo di aprire un confronto franco sulla questione di Gaza e della Palestina. Anche alla luce degli sviluppi nel frattempo […]

6 min

Sulle emergenze cenere e rifiuti abbiamo rivolto qualche domanda all’Avv. Fabio Cantarella, già assessore all’ecologia nella giunta Pogliese a Catania. Fabio Cantarella Catania è sommersa dalla cenere dell’Etna: di chi è la responsabilità?  Non vedo una responsabilità in particolare ma la nostra solita incapacità collettiva a valorizzare il patrimonio naturale e architettonico siciliano. In Europa […]

1 min

Nella foto il sindaco Ruggero Strano. Il sindaco di Catania “perde” ancora: cos’è accaduto? Ruggero Strano, sindaco di Castel di Judica, comune della provincia etnea, ha emesso ordinanza per decespugliare gli argini delle strade metropolitane ricadenti nell’area dello stesso comune. L’ordine non è stato eseguito, di qui la verbalizzazione contro…il sindaco metropolitano! E dire che […]