Tic tac tic tac. Sto lavorando su fatti di mafia, scriverò di un documento pubblicato solo parzialmente: perché?


Pubblicato il 09 Luglio 2011

Non posso più trattenermi, passando al setaccio alcuni articoli e delle “carte” in mio possesso ho fatto una scoperta sensazionale di cui vi darò contezza nei prossimi giorni. Si tratta di fatti di mafia, di un atto processuale pubblicato solo in parte, quanto bastava per colpire l’ex amico, da tempo divenuto nemico scelto, “iblis” da abbattere a tutti i costi, senza esclusione di colpi.Purtroppo debbo anticiparvi, con gran dolore, che la mia inchiesta vedrà marginalmente coinvolto, non so ancora con che ruolo, anche un caro amico, oggi “pezzo grosso” della nostra redazione ma all’epoca dei fatti ai vertici di un altro giornale. Protagonista, ne sono certo, inconsapevole (e spero che chiarirà subito la sua posizione dopo la pubblicazione del mio atto d’accusa), di un gioco al massacro escogitato “nascondendo” in parte le carte, non dicendo la verità fino in fondo, col solo scopo di colpire il nemico politico e non di affermare il diritto all’informazione. No, non posso più tratternermi, questo fine settimana lavorerò per consegnarvi uno scoop sensazionale, degno del grande Rino Piccione. Solleverò uno scandalo dinnanzi al quale gli osservatori qualificati non potranno più rimanere inerti! Buon week end a tutti…


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

3 min

di iena controrivoluzionaria Marco Benanti. Sulla scia dei successi (c’è chi giura di averli visti, magari di notte, più probabilmente sulle cronache de “La Sicilia”) del primo anno da sindaco di Catania, sarebbero già partite le consultazioni per un ulteriore cambio di passo a Palazzo degli Elefanti. Anche se secondo taluni non ce ne sarebbe […]

1 min

comunicato stampa dalla questura Catania – dalle prime ore di questa mattina, circa 100 operatori della Polizia di Stato sono impegnati nell’esecuzione di un’ordinanza con cui il Giudice per le Indagini Preliminari presso il locale Tribunale, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia etnea, ha disposto misure cautelari personali nei confronti di 13 soggetti a vario […]

2 min

Servono presìdi fissi delle forze dell’Ordine con protocolli chiari di intervento Oggi mercoledì 19, a partire dalle 10, i sindacalisti della FP Cgil allestiranno un banchetto di informazione al blocco F2 dell’ospedale Cannizzaro per avviare la campagna “Stop! Alle aggressioni al personale sanitario e socio- sanitario”. L’iniziativa parte dal nosocomio di via Messina a seguito dell’ennesima, […]