TRANTINO “FA IL DURO” CON I PRIVATI DI CORSO DEI MARTIRI. DOMANDE DI IENESICULE SU RITARDI MATURATI DAI VECCHI RESPONSABILI DELL’URBANISTICA E DELLA DIRIGENZA COMUNALE. UN CASO DI “DISTRAZIONE IDENTITARIA”?


Pubblicato il 15 Febbraio 2024

Egregio Sindaco Trantino, Le scriviamo due righe dopo aver letto la Sua diffida ai privati da vero “Uomo di Legge” sulla questione Corso dei Martiri.

Perentoria, giusta, senza macchia e senza paura: davvero un’azione da “Sindaco del Popolo” (i lettori la possono leggere alla fine di queste poche righe).

Allora, Sindaco, con queste premesse, ci consenta un paio di riflessioni. Che facciamo -ci auguriamo- assieme a Lei.

Se dovesse incontrare l’ex assessore comunale all’urbanistica e ai lavori pubblici (giunta Pogliese da agosto 2020) potrebbe dire a questo professionista affermato una cosa: ma cosa ha fatto o meglio dov’era quando la questione Corso dei Martiri era già all’epoca rimasta senza soluzione? In particolare, era necessario dal 2019 integrare la relativa fidejussione: perchè non è stato oggetto di attenzione questo aspetto così importante? Forse per distrazione? Troppe cose da fare? Troppi supermercati o meglio superlavoro?

E ancora: era così difficile fare un nuovo bando? Ci riferiamo al periodo gennaio 2022. A proposito: magari su questo sarebbe da avere un’interlocuzione con l’ex assessore ai lavori pubblici e all’urbanistica. E con l’occasione, magari con i vertici della dirigenza comunale in materia dell’epoca: se dovesse incontrarli a Palazzo degli Elefanti (o magari a piazza Verga fra un po’ di mesi) provi a farsi spiegare questi due “dilemmi catanesi”.

Gliene saremmo grati.

Omaggi

iene sicule.

——————————————-

“Corso Martiri, il sindaco Trantino diffida i privati proprietari a realizzare subito le opere

Con una missiva datata 14 febbraio 2024 indirizzata ai proprietari delle aree di Corso Martiri della Libertà, Istituto Immobiliare di  Catania S.p.a , CE.CO.S. –Completamento Edilizio Corso Sicilia S.p.A.  e Risanamento San Berillo S.r.l. , il sindaco di Catania Enrico Trantino ha diffidato i privati  a presentare, entro 10 giorni,  il piano industriale, per avere contezza dello status aziendale, della sussistenza delle risorse  necessarie per la realizzazione  di quanto  sottoscritto in convenzione e delle azioni strategiche pianificate per garantire il raggiungimento delle obbligazioni  discendenti.

Nella Pec il primo cittadino di Catania ha diffidato, inoltre, gli stessi titolari dei raggruppamenti societari a “procedere con le necessarie operazioni di bonifica per eliminare il degrado esistente ed in guisa da riattivare e riportare le condizioni delle aree interessate ad un livello consono sia di igiene che di sicurezza”.  

“L’ulteriore differimento della procedura di gara per la realizzazione del parcheggio di piazza della Repubblica e delle attigue aree a verde -prosegue la diffida-  lascia verosimilmente pensare ad una dilazione sine die dei tempi di completamento delle suddette opere di urbanizzazione, generando dubbi sull’esistenza di un piano industriale per la realizzazione, secondo il masterplan presentato a questa Amministrazione.  Il protrarsi di questa condizione di stallo, da cui è facile intendere che le società interessate non hanno né contezza né certezza degli investimenti da realizzare, mi impone -sottolinea nella missiva Trantino- di sollecitare immediati interventi di messa in sicurezza e di riparo del degrado delle aree dell’intero Corso dei Martiri non potendo più, quest’ Amministrazione permettersi di tergiversare in attesa dell’iniziativa privata”.

Nella stessa ingiunzione viene anche evidenziato che la nuova richiesta di rinvio per la realizzazione del parcheggio non può essere accolta perché essa “origina una situazione di palese inottemperanza rispetto alle obbligazioni giuridiche da voi assunte in sede di Convenzione, ma anche  perché la mancata realizzazione delle opere di urbanizzazione convenute costituisce una lesione dell’interesse pubblico sotteso al compimento delle stesse che, oltre a quello  dello sviluppo territoriale e dell’urbanizzazione, coincide con il risanamento, il decoro e la sicurezza di aree che rivestono una posizione di centralità nel tessuto  urbano catanese”.

In merito, alla diffida inviata ai proprietari delle aree di Corso Martiri, il sindaco Trantino ha così commentato: ”Attendiamo i riscontri dovuti alla nostra azione, perché non è ancora possibile remorare. Ne va dell’interesse e del decoro della città che dopo oltre settant’anni deve sanare una ferita ancora aperta. Con rigore e trasparenza renderemo noti gli esiti di questa interlocuzione aprendo un confronto costruttivo e conducente anzitutto con il consiglio comunale e con la Città. Con questo approccio, faccio presente che parallelamente alla diffida ai privati, ho manifestato l’interesse del Comune di Catania a voler acquisire, nei modi e nelle forme di legge, tutte le aree che formano oggetto della Convenzione per il completamento delle opere di urbanizzazione previste e dell’intero piano di risanamento di San Berillo”. “


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

1 min

Al Leonardo Da Vinci (ore 18,30) sarà ospite il Basket Giarre. (foto di Romano Lazzara) Al via, in questo weekend, i play-off della Serie C Unica di basket maschile. Al Leonardo Da Vinci, domani (palla a due alle ore 18,30), l’Alfa Basket Catania riceverà la visita del Basket Giarre per gara 1. In casa rossazzurra […]

2 min

comunicato stampa dalla Polizia di Stato Nel corso della notte, sono giunte presso il 112 NUE diverse chiamate da parte di dipendenti dell’AMT, che hanno riferito che un loro collega – in escandescenza – imbracciando un fucile e minacciando i presenti, aveva impedito loro di entrare nel deposito aziendale, ubicato nella XIII Strada della Zona […]

2 min

COMUNICATO STAMPA Di fronte ad una Sala Pinella Musmeci gremita in ogni ordine di spazio, si è tenuto ieri pomeriggio ad Acireale un interessante convegno organizzato dall’Associazione Forense Acese su un tema di stretta attualità che costituisce, per come ci confermano le cronache, un fenomeno sociale da attenzionare ed affrontare con sempre più consapevolezza “La […]