Un affare di cuore: Runcard dona due defibrillatori alla città


Pubblicato il 22 Dicembre 2019

(nella foto l’assessore allo Sport Sergio Parisi e il segretario della Fidal Fabio Pagliara)

Correre fa bene, ma la prevenzione è fondamentale per salvare una vita in caso di patologie cardiache improvvise.

Per questo la federazione Italiana di Atletica Leggera, attraverso il progetto Runcard, ha deciso di donare due defibrillatori alla Città di Catania, da posizionare in un’area “utile” nel caso si rendesse necessario il loro utilizzo.

“La prevenzione è fondamentale e bisogna incentivare il ricorso alla visita medico-sportiva anche per chi pratichi attività outdoor amatoriali” – ha dichiarato l’Assessore Parisi – “a volte, però, vi è la necessità di intervenire in emergenza per salvare una vita: per questo l’iniziativa della FIDAL è lodevole e noi ringraziamo il Segretario Pagliara che mantenendo l’impegno preso, mostra sempre attenzione nei confronti della nostra, e della sua, Città. Collocheremo i defibrillatori in esercizi commerciali prossimi al lungomare di Catania, ormai luogo deputato alla pratica del running e di numerose attività sportive a cielo aperto. Sperando, ovviamente, di non utilizzarli mai”.

“Con Runcard abbiamo lanciato da tempo una campagna affinchè fare sport diventi sempre più sicuro e gli effetti positivi dell’attività fisica siano reali. Per fare questo bisogna aver cura e attenzione per la propria salute e per quella dei propri cittadini. Ormai lo sport viene praticato fuori dai campi e dalle palestre e le Città sono sempre più palcoscenico per runner, biker e sportivi di ogni sorta: la collaborazione fra Istituzioni sportive e cittadine è fondamentale per un cambio deciso di passo: le SportCity saranno tali quando la percezione dei cittadini sarà quella della sicurezza per chi pratica sport all’aria aperta. I defibrillatori sono un segnale: concreto, simbolico, salvavita”.

 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

2 min

Da Marco Iacona arriva “A Destra niente di nuovo, quasi un diario di bordo” Malgrado questa destra di governo, c’è ancora vita a destra? Dopo avere letto il lavoro di Marco Iacona “A Destra niente di nuovo quasi un diario di bordo” per i tipi di “Youcanprint”, la speranza resta. Ma la disperazione corre lungo […]

6 min

Riceviamo e pubblichiamo: “Magnifico Rettore, Chiar.mi componenti del Senato accademico,In preparazione del prossimo Senato, e profondamente convinti del valore del dibattito interno alla nostra comunità accademica, poniamo alla Vostra attenzione la lettera aperta qui allegata, chiedendo di aprire un confronto franco sulla questione di Gaza e della Palestina. Anche alla luce degli sviluppi nel frattempo […]

6 min

Sulle emergenze cenere e rifiuti abbiamo rivolto qualche domanda all’Avv. Fabio Cantarella, già assessore all’ecologia nella giunta Pogliese a Catania. Fabio Cantarella Catania è sommersa dalla cenere dell’Etna: di chi è la responsabilità?  Non vedo una responsabilità in particolare ma la nostra solita incapacità collettiva a valorizzare il patrimonio naturale e architettonico siciliano. In Europa […]

1 min

Nella foto il sindaco Ruggero Strano. Il sindaco di Catania “perde” ancora: cos’è accaduto? Ruggero Strano, sindaco di Castel di Judica, comune della provincia etnea, ha emesso ordinanza per decespugliare gli argini delle strade metropolitane ricadenti nell’area dello stesso comune. L’ordine non è stato eseguito, di qui la verbalizzazione contro…il sindaco metropolitano! E dire che […]