Attenzione alla “lega Lombardo”. E se questa volta il movimento di don Raffaele arrivasse al 15 per cento, diventando davvero l’ago della Bilancia? Appunti sulle elezioni comunali di Catania 2023


Pubblicato il 10 Dicembre 2022

Le sue liste e i suoi voti sono stati spesso decisivi per l’elezione del sindaco di Catania. Raffaele Lombardo, da vecchio leone democristiano qual e’, in terra nostra fa ancora la differenza. Piaccia o non piaccia, al netto delle vicende giudiziarie che lo riguardano. Alle ultime elezioni, politiche e soprattutto regionali, il movimento per l’autonomia di don Raffaele a Catania citta’ e’ andato molto forte. Alle prossime comunali il movimento , tra lista di riferimento e eventuali derivati, potrebbe attestarsi al 15 per cento o giu’ di li’. Ovvero diventare decisivo. No MPA no party, soprattutto per il centrodestra. Senza l’appoggio del movimento anche a Catania, citta’ tradizionalmente conservatrice e di centrodestra, potrebbero accadere sorprese. Fondamentale quindi per l’esito delle elezioni il posizionamento del partito lombardiano. Cosa farà quest’ultimo e’ tutto da decifrare. Vorra’ presentare un proprio candidato a sindaco oppure si limitera’ a sostenere quello proposto dalla coalizione di centrodestra? E se cosi’ fosse, si accontenterà di qualche posto di prestigio e rilevanza, ad esempio la presidenza del consiglio comunale, assessorati pesanti, vertici di partecipate? E se invece sparigliasse le carte e andasse altrove, ovvero si presentasse alle elezioni in coalizione con altri? Come si vede, tante domande che attendono risposte. Di certo la “lega Lombardo” non va sottovalutata, anzi. Potrebbe essere davvero l’ago della bilancia nelle comunali 2023 di Catania. E , come detto, non sarebbe la prima volta.

Iena Amministrativa.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

1 min

riceviamo e pubblichiamo: Alla fine del mese di novembre del 2020 il quartiere Santa Maria Goretti – costruito nel 1957 sotto il livello stradale – è stato praticamente investito da un ciclone e sommerso dalle torrenziali acque piovane. Ad oggi il problema degli allagamenti, diventato nel frattempo anche una questione abitativa, non è stato risolto.Nel […]

1 min

Quella che è stata chiamata “Primavera di Catania” (1993-1999) sembrava aver avviato un virtuoso percorso di rinascita che, alla svolta del nuovo secolo, sembrò interrompersi: la città ripiombò in quel degrado dal quale non pare potersi ancora liberare e che è stato simboleggiato dalle strade al buio dell’amministrazione Scapagnini. Come è potuto succedere? Paolino Maniscalco, […]

2 min

comunicato stampa Catania, 25 febbraio 2024 – Quando non si riesce a maneggiare un concetto è meglio lasciarlo da parte. Difficile cogliere il senso della ‘due-giorni’ di Fratelli d’Italia a Catania, pomposamente definita ‘Patrioti in Comune’. Che cosa vuol dire esattamente? Che i ‘Fratelli d’Italia’ sono gli unici patrioti in Comune? Solo a Catania, o […]

2 min

A 120 anni dalla morte di Giorgio La Pira domani sera, alle ore 19, nella sala teatro della parrocchia di San Matteo a Trepunti, frazione di Giarre, si terrà un incontro culturale dedicato alla figura del politico e giurista. “Giorgio La Pira, un politico nuovo. A 120 anni dalla nascita”, organizzato dall’associazione culturale ‘Nuove Idee’ […]