CATANIA, PIZZO IN CENTRO STORICO. BERRETTA (PD): “PLAUSO A RISTORATORE E FORZE DELL’ORDINE. MA ANCHE L’AMMINISTRAZIONE FACCIA LA SUA PARTE”.


Pubblicato il 22 Giugno 2011

“L’arresto dell’estorsore che avrebbe voluto imporre il pizzo ad uno dei più noti ristoratori del centro storico di Catania è davvero un bel segnale, di collaborazione e di affermazione di una cultura della legalità che deve essere condivisa da tutti”. Lo afferma il parlamentare nazionale del Pd, Giuseppe Berretta, in merito al tentativo di estorsione ai danni di uno dei pub-ristoranti simbolo della movida catanese, culminato con un arresto. Berretta ha anche rivolto un “plauso al ristoratore che coraggiosamente ha contribuito in maniera decisiva all’arresto del suo aguzzino e ai poliziotti della squadra mobile di Catania che hanno condotto l’operazione”.”Il risultato ottenuto è frutto di una collaborazione tra commercianti e forze dell’ordine che dà ottimi frutti a vantaggio dell’intera città. Ci augureremmo lo stesso spirito collaborativo da parte dell’amministrazione comunale innanzitutto per quel che riguarda il controllo di tutto il territorio cittadino, dai quartieri al centro storico dove fino a poche sere fa venivano incendiati gli ombrelloni della libreria Tertulia, a due passi dal Teatro Massimo – conclude l’esponente dei Democratici – Ma anche il senso della legalità ed il rispetto delle regole sono valori che un’amministrazione deve contribuire a diffondere tra i cittadini e che troppo spesso il centrodestra è abituato a trascurare”.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

2 min

Riceviamo e pubblichiamo. Egregio (si fa per dire) direttore di Ienesicule, malgrado la vostra presenza mediatica, contrassegnata dalla pervicace volontà di colpire una delle migliori Amministrazioni che la Città di Catania abbia mai avuto, le cose per la Nostra Città stanno andando sempre meglio. Non avrei mai voluto scrivere a gente come voi, gente che […]

1 min

“Il Reddito di cittadinanza funzionava alla grande per dare una mano agli ultimi. E questa volta non sono i contiani o altre fonti, pur autorevolissime, a riconoscerlo, ma è lo stesso governo nazionale. Lo dice, come riporta oggi Repubblica, la relazione sulla povertà messa a punto dalla commissione del ministero del Lavoro. Nei quattro anni […]