EZIO GREGGIO, TEA FALCO, VIOLANTE PLACIDO, PETER MACDONALD E DONATELLA FINOCCHIARO PROTAGINISTI ASSOLUTI DEL SEDICESIMO NATIONS AWARD, ALL’INSEGNA DEL “THINKINGREEN”


Una coinvolgente serata di gala e premi al Teatro Antico ha celebrato la conclusione della sedicesima edizione del Nations Award, manifestazione che abbina personaggi legati alla cultura cinematografica a personalità degli altri ambiti della cultura e dell’imprenditoria, concependosi anche come momento di riflessione legato all’ambiente con il tema del “Thinkingreen” sviscerato nella tre giorni di convegni ospitata dall’NH Hotel di Taormina.

Momenti musicali (come le melodie iniziali dell’inno italiano e di quello europeo, suonate dalla banda della Brigata Aosta di Messina) ed ospiti illustri hanno segnato l’evento finale della kermesse di Eventao con il giornalista di Hot Corn Andrea Morandi e l’attrice Barbara Tabita (che ha esordito al Teatro Antico nel 1996) che ha dato luogo ad una brillantemente conduzione, con le interazioni del presidente dell’ente organizzatore, Michel Curatolo, a fare da filo conduttore agli interventi degli ospiti convenuti.

Il significativo messaggio video di saluto di Roberta Metsola, che ha condotto finora brillantemente il compito, ereditato dal compianto David Sassoli, di presidente del Parlamento Europeo, ente che ha dato il suo patrocinio alla manifestazione a partire da sei anni fa, ha dato una prima nota caratterizzante sulla tematica ambientale, perno green dell’evento che guarda anche alla parità di genere con grande forza, come avvertitosi dalle parole della madrina della manifestazione, l’attrice e modella Maya Talem, ( che ha recitato recentemente in “Whisper of the Desert”, pellicola di Ilaria Borrelli, con il premio Oscar Mira Sorvino e John Savage), che ha sottolineato l’importanza dell’assenza di ogni forma di discriminazione.

La brillante ed avvenente attrice catanese Tea Falco dopo avere rimembrato di essere stata a Taormina nel 2013 per il suo film d’esordio “Io e te”, di Bernardo Bertolucci, ha sottolineato come questi sia stato, assieme a Franco Battiato, un modello di riferimento ed una meravigliosa persona che non voleva essere definita maestro, perché aveva l’umiltà dei grandi. La stessa Falco si è poi prodotta in un monologo intenso sull’amore verso l’ambiente e le persone, venendo poi premiata dal sindaco della Città Metropolitana di Messina Federico Basile, prima che l’attrice Donatella Finocchiaro ( protagonista prossimamente sugli schermi , assieme a Sara Ciocca, di “Greta e le favole vere”, con un bambina che vuole salvare un’orsetta) dichiarasse di essere testimonial dei pannelli solari, per il loro impatto positivo sull’ambiente e venisse premiata dal deputato Paolo Grimoldi.

Il piccolo Totò di “Nuovo Cinema Paradiso”, ossia Salvatore Cascio, accolto dalle musiche( eseguite dalla Giovane Orchestra Sicula del maestro Raimondo Capizzi) di Morricone della colonna sonora del celebre film di Tornatore ha emozionato la platea discettando del contenuto del suo libro “La gloria e la prova”, la cui post-fazione si deve ad Andrea Bocelli e la prefazione proprio a quel Giuseppe Tornatore che per lui è sempre stato un coach ed un maestro di vita unico , concludendo come “ora che ho perso la vista ci vedo di più e che chiedere aiuto non è un peccato ma un diritto”.

Grande protagonista della serata ovviamente l’attesissimo Ezio Greggio, ambassador della manifestazione, con una carriera costellata da 45 anni di attività, più di 4300 puntate alla conduzione di” Striscia la Notizia”, oltre 40 film tra cinema e tv e 100 premi sempre in questi ambiti. Greggio che ha colorato della sua garbata ilarità il gala, ha parlato di temi di stringente attualità quali il covid ed il conflitto russo-ucraino ed ha posto in evidenza l’importanza delle tematiche legate all’ambiente e dell’uso di fonti energetiche poco impattanti sulla natura. Lo stesso comico, premiato dall’ Assessore Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Sicilia Manlio Messina, ha poi esplicato il suo rapporto con la Sicilia, avendola frequentata per vari spettacoli, anche agli esordi della sua carriera, la sua passione per il Teatro Antico e l’ammirazione sconfinata verso Totò( un premio a lui dedicato gli è stato in passato conferito dalla figlia Liliana) e Peppino De Filippo, da cui ha appreso tante lezioni, coinvolgendo il pubblico taorminese nel gridare assieme “È lui o non è lui”.

Ottima perfomance canora è stata quella di Violante Placido, artista poliedrica che conosciamo quale attrice ed anche cantautrice ( premiata da Alberto Samonà, Assessore ai Beni Culturali e all’Identità della Regione Siciliana, che ha ricordato l’anniversario della morte di Borsellino) che ha sostenuto come l’empatia sia un valore importante in ogni ambito artistico ed è un sentimento che ha trasfuso nel suo realizzare “Femmes Fatales”, spettacolo teatrale incentrato su cinque donne di valore assoluto, quali Marianne Faithfull, Francoise Hardy, Nico, Yoko Ono ( secondo la Placido ingiustamente accusata e crocifissa come colei che fece separare i Beatles) e Patty Pravo.

Il mitico Peter Macdonald, director di “Rambo III”, “La Storia infinita III”, nonché produttore di “Harry Potter e il calice di fuoco”(nel 2005) ha asserito di sentirsi un privilegiato ad avere speso la sua vita sui set cinematografici, volendo aiutare adesso i giovani a trovare la loro dimensione in ambito filmico, ad avere fiducia nei propri mezzi( elemento , quest’ultimo, da lui ritenuto fondamentale quando si vuole scrivere e fare un film) e cercando, inoltre, di superare l’apporto non importante dato dalla sua generazione nella salvaguardia ambientale a, nettamente inferiore rispetto a quello fornito dalla spinta al green che caratterizza le generazioni attuali.

A premiare il grande regista è stato il sindaco di Taormina , Mario Bolognari che ha evidenziato il rinnovato ed importante afflusso del turismo internazionale a Taormina. Una liaison che ha rimembrato anche il console onorario della Turchia in Sicilia Domenico Romeo e l’ambasciatore dell’Uruguay Ricardo Varela, ha focalizzato l’attenzione sul gemellaggio tra Taormina e Punta dell’Este, con Michel Curatolo, neo console onorario dell’Uruguay a Messina che ha salutato con favore il saluto istituzionale del direttore generale del ministero della Cultura uruguaiano Mariana Wainstein.

Taylan Ahmet Mumtaz, noto esponente della cinematografia turca, ha sentenziato come se c’è una terra c’è un futuro da costruire e quindi essa va preservata e la sua connazionale, la soprano Gonca Dogan, ha reso onore al suo legame con la Sicilia intonando la Casta Diva di Bellini.

Lo chef Celestino Drago, che punta sulle prelibatezze siciliane nel suo avvincere i palati statunitensi ha celebrato sul palco proprio le peculiari eccellenze isolane, che si esprimono anche attraverso le musiche del cantautore siculo Mario Incudine che, con la collaborazione di Marco Corrao, ha dato vita ad un’esibizione che ha incantato il pubblico taorminese.

La quarta edizione del premio alla memoria di Sebastiano Tusa, supportato dal Parco Archeologico Taormina Naxos e dalla stessa Fondazione “Sebastiano Tusa” e dedicato proprio all’archeologo ed ex assessore regionale( immaturamente scomparso in un disastro aereo nel 2019), nonché inventore dei musei del mare e grande valorizzatore del patrimonio storico e non solo del Mar Mediterraneo, ha veduto come protagonista assoluto il grande imprenditore, mecenate ed artista Antonio Presti, creatore ,nel 1982, dell’Associazione Culturale Fiumara d’Arte, ente che coniuga arte ed etica e libertà espressiva.

Per “aver messo a disposizione competenza e passione per portare avanti la cultura” ha ricevuto dal rettore dell’Università di Messina Salvatore Cuzzocrea, il Nations Award anche Giovanni Puglisi, presidente emerito della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco e Rettore dell’Università Kore di Enna.

Il Nations Award è stato affiancato dall’evento “Thinkingreen”, una tre giorni di convegni, di concerto con gli ordini professionali di Architetti, Ingegneri e Avvocati e con l’Università degli studi di Messina, ospitata nelle sale dell’NH Collection di Taormina. Sul tema della sostenibilità si sono confrontati esperti del settore, giornalisti e personaggi dello spettacolo. Al termine dell’evento, è stata firmata la Carta di Taormina, un documento con cui si chiede ufficialmente alle istituzioni pubbliche un impegno ancor più deciso a contrastare i cambiamenti climatici. Gli altri ospiti premiati, per l’impegno sulle tematiche ambientali sono stati: Felice Sinatra (Hospital consulting), Andrea Bombardi (vice presidente Rina), Andrea Bartoli e Florinda Saiva, (Fondatori Farm Cultural Park di Favara) e Maurizio Scaglione, editore e scrittore.

La sedicesima edizione del Nations Award è stata realizzata con il supporto degli assessorati regionali alla Salute, ai Beni Culturali e dell’Identità Siciliana e al Turismo, Sport e Spettacolo, dell’Assemblea Regionale Siciliana, Parco Fluviale dell’Alcantara, Parco Archeologico Taormina Naxos, Università degli Studi di Messina, Città Metropolitana e Comune di Taormina.

Il Grand Hotel San Pietro ha ospitato Il cocktail e la cena glamour con tutte le stelle protagoniste della serata di gala.

GianMaria Tesei


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

2 min

Undicesimo titolo italiano per la squadra allenata da Alessandra Catania. Nel maschile terzo posto per la Polisportiva Canottieri Catania Ortea Palace; quinto classificato lo Jomar Club CataniaCampionesse d’Italia. Per l’undicesima volta, la nona consecutiva. La Polisportiva Canottieri Catania femminile festeggia all’Idroscalo di Milano. Nelle finali play-off di canoa polo, le rossazzurre si confermano sul tetto d’Italia superando, […]

2 min

Cresce l’attesa a Milo (CT) per l’arrivo della statua in bronzo, a grandezza naturale, raffigurante Franco Battiato e Lucio Dalla, i due musicisti di casa nel piccolo comune pedemontano. Venerdì 12 agosto, alle ore 20, verrà presentata nella centralissima piazza Belvedere “Giovanni D’Aragona”, nel corso di una cerimonia inaugurale condotta dal presentatore Ruggero Sardo. Saranno presenti, tra gli altri, il presidente […]

1 min

La musica, i ritmi e la danza dell’EtnAfroFestival, giunto alla settima edizione, andato in scena ieri sera a piazza Duomo di Acireale hanno trascinato il pubblico presente, coinvolgendolo in una grande festa durata circa un’ora e mezza. A presentare lo spettacolo il presidente dell’associazione Afrodanzando, Marina Cannavò, accompagnata sul palco dal vicepresidente dell’Ars Angela Foti […]