MAAS: IL PRESIDENTE ZAPPIA INTERVIENE AL COORDINAMENTO DEI MERCATI DEL SUD


Pubblicato il 15 Settembre 2023

comunicato stampa

Per anticipare il futuro dei Mercati, bisogna riorganizzare gli orari di funzionamento delle strutture mercatali

CATANIA 15 SETTEMBRE 2023 – Il presidente del MAAS (Mercati Agro-Alimentari Sicilia), nonché vice presidente di Italmercati, Dott. Emanuele Zappia, nei giorni scorsi ha preso parte alla riunione del coordinamento dei Mercati all’ingrosso del Sud che si è svolta presso la Camera di Commercio di Catanzaro.

Presenti anche il presidente di Itamercati, Fabio Massimo Pallottini; vice presidente vicario di Italmercati, Paolo Merci; il direttore del Mercato Agroalimentare della Sardegna, Giorgio Licheri; il presidente del Centro Agro – Alimentare Riminese, Giovanni Indino.

Un coordinamento che metterà a sistema le esigenze e le prospettive dei mercati del Mezzogiorno.

Durante il suo intervento il presidente Zappia ha evidenziato che, per anticipare il futuro dei Mercati, bisogna riorganizzare gli orari di funzionamento delle strutture mercatali aprendo anche un dibattito con i vari soggetti coinvolti.

<<La problematica della riorganizzazione degli orari è difficilmente rinviabile>>, sostiene Zappia.

<<Questo focus, che si è tenuto a Catanzaro, sui mercati del Sud è servito ad istaurare una forte collaborazione tra tutti i mercati di Italia e a lavorare in maniera sinergica – continua il presidente Zappia – I mercati del Sud non possono permettersi di farsi trovare impreparati a quella programmazione del 2024 che porterà i mercati del Nord a rimodulare l’orario

ed è per questo che bisogna cominciare a lavorare per attuare anche noi questi importanti cambiamenti. È evidente, comunque, che bisogna tenere conto delle caratteristiche del territorio in cui si opera, ad esempio, al Sud rispetto al Nord vi sono molti mercatini rionali di fondamentale importanza, con determinate caratteristiche ed esigenze. Altra cosa fondamentale e coordinarsi con le istituzioni locali, in primis i comuni.

Oggi più che mai bisogna cercare di accorciare le ore lavorative, facendo soprattutto una scrematura di quelle ore che sono improduttive e pensare, di contro ,a intensificare l’aspetto commerciale>>.

<<Nella fattispecie il mercato di Catania – dice il presidente del MAAS – presenta ore di commercializzazione che improduttive, come ad esempio le giornate di sabato. È evidente, inoltre, che occorre ridimensionare le ore notturne e, in alternativa, provare a stabilire orari lavorativi pomeridiani in maniera tale da acquisire tutte quelle fette di mercato e quelle categorie che, ad oggi, si rivolgono altrove per l’approvvigionamento di merci proprio perché non prediligono le fasce lavorative notturne>>.

<<Tutti questi cambiamenti devono essere concertati con gli operatori – conclude Zappia –  motivo per cui dalla prossima settimana noi del MAAS manderemo a quest’ultimi un quesito per capire quale sia la loro posizione chiedendogli anche dei suggerimenti in merito a tale questione. Lo step successivo sarà quello di improntare dei tavoli di concertazione istituzionale. È una fase di cambiamenti inevitabili che ne vale il destino dei Mercati Agroalimentari motivo per cui bisogna cominciare a lavorare sin da ora per non farci trovare impreparati>>.     


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

2 min

Da Marco Iacona arriva “A Destra niente di nuovo, quasi un diario di bordo” Malgrado questa destra di governo, c’è ancora vita a destra? Dopo avere letto il lavoro di Marco Iacona “A Destra niente di nuovo quasi un diario di bordo” per i tipi di “Youcanprint”, la speranza resta. Ma la disperazione corre lungo […]

6 min

Riceviamo e pubblichiamo: “Magnifico Rettore, Chiar.mi componenti del Senato accademico,In preparazione del prossimo Senato, e profondamente convinti del valore del dibattito interno alla nostra comunità accademica, poniamo alla Vostra attenzione la lettera aperta qui allegata, chiedendo di aprire un confronto franco sulla questione di Gaza e della Palestina. Anche alla luce degli sviluppi nel frattempo […]

6 min

Sulle emergenze cenere e rifiuti abbiamo rivolto qualche domanda all’Avv. Fabio Cantarella, già assessore all’ecologia nella giunta Pogliese a Catania. Fabio Cantarella Catania è sommersa dalla cenere dell’Etna: di chi è la responsabilità?  Non vedo una responsabilità in particolare ma la nostra solita incapacità collettiva a valorizzare il patrimonio naturale e architettonico siciliano. In Europa […]

1 min

Nella foto il sindaco Ruggero Strano. Il sindaco di Catania “perde” ancora: cos’è accaduto? Ruggero Strano, sindaco di Castel di Judica, comune della provincia etnea, ha emesso ordinanza per decespugliare gli argini delle strade metropolitane ricadenti nell’area dello stesso comune. L’ordine non è stato eseguito, di qui la verbalizzazione contro…il sindaco metropolitano! E dire che […]