Video “bomba”, Villari accusa Barbagallo: “Ecco le prove del killeraggio politico”!


Pubblicato il 13 Settembre 2022

Dodici giorni prima delle elezioni, Angelo Villari sgancia una “bomba H” sul numero uno del Pd regionale, Anthony Barbagallo. E’ un video “verità” che dimostra, secondo l’ex segretario provinciale del Pd “quanto sia inaffidabile e bugiardo il segretario regionale del Pd, che è stato smascherato dalla stessa Caterina Chinnici”. Nel video, la candidata presidente del centrosinistra, incalzata dal professor Enrico Iachello su Telecolor, confessa di non essere stata lei, ma il partito, a porre il veto sulla candidatura dei cosiddetti “impresentabili” nelle liste del Pd per le regionali.

Un’ammissione mai fatta prima, un “atto d’accusa” contro Barbagallo che, il 16 agosto, nel pieno del lavoro sulle liste, in una circolare inviata alle federazioni provinciali, comunicava che “… la nostra candidata alla presidenza della Regione, onorevole Caterina Chinnici, ha precisato che la sua disponibilità è condizionata alla circostanza che non ci siano candidati all’assemblea regionale con procedimenti penali pendenti nelle liste che la sostengono…” In altre parole, fuori Angelo Villari e Luigi Bosco, alle prese col processo sul dissesto del Comune di Catania.

Una versione, quella di Chinnici che “fa a pugni” con quella di Barbagallo. Chi ha voluto l’esclusione di Villari dalle liste? Chi l’ha fatto fuori? Per Villari “questo è il killeraggio politico che ho subito! Pertanto questo Pd è invotabile”. Parole che pesano come macigni e che aprono un nuovo taglio in questo scorcio finale di campagna elettorale. Villari è stato vittima di un “abuso”? Ed eventualmente, ideato da chi, da quali settori del Pd siciliano e catanese? Queste sono le domande che in queste ore girano nelle chat. Domande legittime alle quali uniamo la nostra? E’ vero quello che dice Chinnici o quella che Barbagallo mette nero su bianco nella circolare di agosto? A chi è convenuto il ritiro di Villari? A chi ha “eliminato” un avversario “scomodo” in lista o a chi l’ha prontamente sostituito con un altro candidato di area o corrente a sinistra del Pd? Domande, solo domande. Intanto il video, sulla bacheca di Villari, continua a “macinare” visualizzazioni.

E c’è da scommettere che la vicenda non si chiude qui.

Iena Marco Benanti


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

1 min

Iena comunista. “Compagno” Enrico, nell’ultimo post ti sei superato. Oltre 700 parole e più di 4500 battute. E un linguaggio che sembra quasi una “memoria difensiva”. Mi chiedo: ma questo amore “incondizionato” per Catania come mai non lo hai mai esternato e messo in atto nel passato? Eppure hai vissuto a Catania. Anche da semplice […]

2 min

Iena comunista “Compagno” Enrico, noto che la tua voglia di comunicare attraverso Facebook è costante. Ho letto il tuo ultimo post sulla visita al Monastero dei Benedettini. Hai usato 313 parole per un totale di oltre 2000 battute. Scrivere un testo del genere, per quanto tu possa essere estremamente abile, richiede del tempo. Sarei molto […]

3 min

Percorsi e strategie per fare applicare il d.l. 124/1998, una legge “dimenticata”  Nella foto, da sin. Ferrara, Aquilone, Giuliano, Attanasio. Catania, 27 maggio 2024 – Un vademecum con 20 domande/risposte, uno sportello-ascolto e un team di volontari. Obiettivo: far valere i diritti dei pazienti contro i ritardi nelle prestazioni sanitarie e le lunghe liste d’attesa e fare […]

7 min

riceviamo e pubblichiamo: ABBATTIMENTO LISTE DI ATTESA IN FARMACIA – SCELTA SBAGLIATA CHE NON TUTELA IL PAZIENTE: IL FARMACISTA NON HA STUDIATO MEDICINA – DURISSIMA PRESA DI POSIZIONE DA PARTE DEL CIMEST Durissima presa di posizione da parte dei vertici del Cimest (Coordinamento Intersindacale Medicina Specialistica di Territorio) presidente Salvatore Calvaruso e coordinatori Domenico Garbo […]