“We are the… top!”: concerto di beneficenza per evitare il dissesto


Pubblicato il 30 Agosto 2018

È ufficiale: il concerto di beneficenza per evitare il dissesto si farà. Quel che fu il centrosinistra si darà appuntamento alla Villa Bellini, la stessa villa teatro della peggiore Festa de l’Unità dell’intera storia dell’umanità, l’ultima domenica di agosto. “Avvieremo una raccolta fondi per la nostra città”, spiega Francesco Marano. Per la serie la fantasia al potere, “si può dare di più” la colonna sonora dell’evento.

“Abbiamo coinvolto le vittime dell’ordinanza anti bivacco che raccoglieranno le offerte col cappello in mano”, confessa Michele Giorgianni. “Offerte che andranno direttamente, spicciolo dopo spicciolo, nelle casse del Comune”, aggiunge Saro D’Agata. Sul grande palco, a prova di Luigi Bosco, tanti i personaggi che si succederanno: Alessandro Porto, Saverino Ersilia, Lanfranco Zappalà, Mario Crocitti, Elisabetta Vanin, Maria Ausilia Mastrandrea, Giuseppe Musumeci, Erika Marco, Francesca Raciti, Giovanni D’Avola, Massimo Tempio, Michele Failla, Carmelo Coppolino, Salvo Spadaro, Rosario Gelsomino, Vincenzo Parisi, Francesco Petrina, Ernesto Calogero, Elena Ragusa, Carmelo Sgroi, Salvatore Tomarchio; insomma, quelli che… in consiglio comunale sedevano. “L’obiettivo è raccontare la verità dei fatti attraverso la musica”, spiega l’ex assessore al bilancio Andò; “del resto la nostra coscienza è apposto”, sottolinea Giuseppe Girlando, che pure lui assessore al bilancio lo è stato. “Sarà l’occasione per riunire – ancora?!? – le forze progressiste etnee”, l’auspicio di Orazio Licandro. Grande assente Enzo Bianco; pare abbia detto “non voglio onori e gloria”.

(Satira)


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Altre Notizie

2 min

Riceviamo e pubblichiamo. Egregio (si fa per dire) direttore di Ienesicule, malgrado la vostra presenza mediatica, contrassegnata dalla pervicace volontà di colpire una delle migliori Amministrazioni che la Città di Catania abbia mai avuto, le cose per la Nostra Città stanno andando sempre meglio. Non avrei mai voluto scrivere a gente come voi, gente che […]

1 min

“Il Reddito di cittadinanza funzionava alla grande per dare una mano agli ultimi. E questa volta non sono i contiani o altre fonti, pur autorevolissime, a riconoscerlo, ma è lo stesso governo nazionale. Lo dice, come riporta oggi Repubblica, la relazione sulla povertà messa a punto dalla commissione del ministero del Lavoro. Nei quattro anni […]